Iklan

Nuova Fiat 500X 2022

Nuova Fiat 500X 2022


Nuova Fiat 500X 2022

Posted: 27 May 2020 12:56 PM PDT

Silahkan membaca berita terbaru tentang otomotif berjudul Nuova Fiat 500X 2022 di website Batlax Auto.


È ancora presto per vedere la nuova Fiat 500X. Come detto qui in Passione Auto Italiane, ci sarà un nuovo modello che andrà a sostituire 500X e 500L e sarà anche elettrica.
Kdesignag interpreta così la Nuova Fiat 500X, ispirandosi alla nuova 500, che vedremo nella sua gamma completa, dal 4 luglio 2020.
Terima kasih karena telah membaca berita tentang https://ift.tt/3gDIgXU, jika berkenan silahkan baca berita lainnya di website kami.

Nuova Fiat Punto

Posted: 27 May 2020 12:56 PM PDT

Silahkan membaca berita terbaru tentang otomotif berjudul Nuova Fiat Punto di website Batlax Auto.


Dopo le ultime notizie sul ritorno di Fiat nel segmento B, che trovate qui su Passione Auto Italiane, è tornata la voglia di vedere al più presto la nuova Fiat Punto.
In rete incominciano a farsi vedere alcuni nuovi render, che interpretano un idea della nuova Punto. Qui l'interpretazione di Kdesignag.
Terima kasih karena telah membaca berita tentang https://ift.tt/3euyKV7, jika berkenan silahkan baca berita lainnya di website kami.

The 2000 Mercedes-Benz CL 55 AMG F1 Limited Edition

Posted: 27 May 2020 10:27 AM PDT

Silahkan membaca berita terbaru tentang otomotif berjudul The 2000 Mercedes-Benz CL 55 AMG F1 Limited Edition di website Batlax Auto.


The special "F1 Limited Edition" model was inspired by the Mercedes-Benz CL 55 AMG (C 215) as the Official F1™ Safety Car. Photo taken at the Canadian Grand Prix, 10 June 2001.

It was not only the DM 330,000 price tag of this special model that ensured its exclusivity, but also the fact that it was a limited edition: only 55 of these cars had been built by 2001. This made it a collector's item right from the start. Production of the impressive coupé began in the summer of 2000 and delivery commenced in the autumn. One of these extremely rare cars ist part of the extensive Mercedes-Benz Classic vehicle collection.
The CL 55 AMG F1 Limited Edition was not a modest car: it had an AMG V8 high-performance 5.5-litre engine. That engine developed 265 kW (360 hp) at 5,500 rpm and a torque of 530 newton metres at 3,150 to 4,500 rpm. Its top speed was electronically limited to 250 km/h. Another outstanding feature: this was the world's first street-legal car that decelerated by means of a ceramic brake system. In the event of full braking from top speed, it provided a braking power of up to 1,471 kW (2,000 hp). This exceptional braking performance was the result of a combination of internally ventilated brake discs made of fibre-reinforced ceramic and the eight-piston brake callipers developed by the supplier, Brembo.
This technology was completely new for production cars at the time. The advantages included very sensitive response to braking actions, extremely high thermal resistance and reduced weight of the brake discs, which were 60 per cent lighter than conventional steel discs. The noticeable reduction in unsprung masses allowed the driver of this special model to experience both improved vehicle dynamics and greater driving enjoyment.
High-tech brake discs produced in-house
The press release in May 2000 on this special model quoted Mika Häkkinen, Formula One World Champion in 1998 and 1999 in a McLaren Mercedes: "The most important part of a sports car is not the engine, but the brakes." The brake discs for this coupé were manufactured by the Mercedes-Benz plant in Esslingen-Mettingen. Their manufacture was a high-tech process: carbon fibre, carbon powder and resin were pressed into shape under high pressure and then baked at 1,000 degrees Celsius. After cooling, the brake discs were subjected to brief machining before being treated with liquid silicon. The carbon matrix absorbed the silicon like a sponge and reacted to produce ceramic.
The exclusive trim level of the CL 55 AMG F1 Limited Edition provided the visible emphasis for its inherent character. Externally, the car featured impressive AMG styling. The 19-inch AMG light-alloy rims, 8.5 inches at the front and 9.5 inches at the rear, with 255/40 ZR 19 front tyres and 285/35 ZR 19 rear tyres clearly demonstrated the car's sporting aspirations. Reduced wheel offsets on the AMG wheels produced optimised track widths which, in combination with the wider rear wings, gave the CL 55 AMG a very brawny appearance. The sportier configuration of the ABC (Active Body Control) suspension contributed to a particularly dynamic driving experience. The anti-lock braking system, Brake Assist and Electronic Stability Program ESP® were also carefully adapted to the new brake system.
The exclusive coupé, available only in brilliant silver metallic, differed from its standard production counterpart in several other equipment details which stressed its genetic proximity to the Formula One Safety Car then in use. These included "F1 Limited Edition" lettering on the front wings, on the illuminated door sills and on the centre console, where its consecutive numbering was also shown. Front seats with a decidedly sporty feel and optimised side stability, black-and-silver leather upholstery with embroidered AMG logos, an AMG sports steering wheel with a perforated leather cover, carbon-fibre trim elements, the automatic selector lever featuring a combination of leather and carbon fibre and floor mats with AMG logos continued the motorsport philosophy in the interior.
Terima kasih karena telah membaca berita tentang https://ift.tt/2M3LUMz, jika berkenan silahkan baca berita lainnya di website kami.

“One-Shot”, il primo docu-film targato Fiat

Posted: 27 May 2020 05:56 AM PDT

Silahkan membaca berita terbaru tentang otomotif berjudul "One-Shot", il primo docu-film targato Fiat di website Batlax Auto.

"One-Shot": on air il primo docu-film di Fiat che svela il "dietro le quinte" della creazione e presentazione delle One-Off, le tre interpretazioni esclusive della Nuova 500, firmate da Armani, Bvlgari e Kartell.
Voce narrante del film, è Olivier François, President Fiat Brand Global e Chief Marketing Officer di FCA, che accompagna lo spettatore tra interviste ai designer, testimonianze dei partner, close up sulle lavorazioni e sulla scelta dei materiali sostenibili.
"One-shot" è disponibile su YouTube.
"Non hai mai una seconda opportunità per fare una prima, buona impressione". Con queste parole Olivier François, President Fiat Brand Global e Chief Marketing Officer di FCA, spiega come l'esordio della Nuova 500 dovesse essere una pietra miliare nell'auto-motive e posizionare correttamente la Nuova 500.

E con le stesse parole si apre il primo docu-film di Fiat, dedicato ai 3 capovalori, eccellenze senza tempo, realizzati attraverso un "viaggio" emozionante lungo sei mesi: dai primi incontri al Centro Stile Fiat di Torino con i partner, al loro lancio lo scorso marzo a Milano.

Questa la strategia dietro il progetto "One-Off", esemplari unici ed esclusivi realizzati in collaborazione con tre aziende icone del "Made in Italy": Armani, Bvlgari e Kartell.

Le immagini del cortometraggio sono un susseguirsi incalzante di incontri e lavorazioni che mettono in risalto il lavoro di squadra, le affinità tra designer provenienti da ambiti diversi e le emozioni nel sentirti parte attiva di un progetto fuori dal comune: realizzare qualcosa di unico, interpretando la Nuova 500 con il meglio del "Made in Italy".

Nascono così le tre One-Off, che incarnano lo stile, la creatività e l'artigianalità tipiche del "Made in Italy" e dei partner che hanno condiviso il progetto, il percorso e la vision sul futuro del Pianeta: è necessario infatti coniugare la sostenibilità con l'eccellenza del saper fare, della creatività e dell'innovazione.

A guidare lo spettatore in questo "viaggio", Olivier François, "regista e timoniere" carismatico del progetto One-Off, che diventa voce narrante dell'atto creativo con cui sono nati questi pezzi unici.
Un viaggio che parte da Torino, culla del marchio Fiat, passa da Roma con i suoi tramonti, colori e le linee simbolo di Bvlgari nel mondo, e arriva a Milano, capofila del mondo della moda e del design, anche grazie a Armani e Kartell. Ed è proprio un colpo di scena che porta Milano ad essere il palcoscenico di lancio, dell'intera presentazione della Nuova 500.
Il film infatti – con un vero cambio in corsa – riporta i momenti concitati, dopo la cancellazione del Salone di Ginevra e l'identificazione e realizzazione del piano B che hanno visto riscrivere la presentazione della Nuova 500 e delle One-Off, questa volta a Milano.

"One-shot" è visibile sui canali social Fiat Youtube, Facebook e Instagram, il suggestivo cortometraggio di 15 minuti porta la firma di VICE Italia, da cui è stato ideato e prodotto insieme alla regia dei Rockets, e utilizza un linguaggio documentaristico per mostrare, in modo immediato ed efficace, ciò che solitamente resta nascosto al grande pubblico.

Autentico e realistico nel linguaggio, quindi, il suggestivo docu-film ha portato le telecamere nel Centro Stile a Torino, si è addentrato nel reparto "Color & Material" guidato da Rossella Guasco, a metà strada tra un sofisticato centro di ricerca e un raffinato atelier di moda. Le riprese documentano la cura maniacale in ogni dettaglio, quel "saper fare" tipico della creatività italiana, e si soffermano sulle emozioni dell'intero team nel vivere qualcosa di veramente unico. Le immagini proseguono con l'intervista a Klaus Busse, Head of Design, che spiega cosa ci sia dietro al processo creativo dello stile e delle forme e quale sia il ruolo della 500 nella storia del design industriale e ancor più nella memoria collettiva. Ed è proprio qui al Centro Stile che una leggenda degli anni Cinquanta, il mitico "Cinquino", è rinato nel 2007 per "colorare" la quotidianità e le strade di tutto il mondo, divenendo una risposta autentica, unica e rilevante alle esigenze di mobilità urbana internazionale. Tanto che, durante l'evento milanese, è stata annunciata la nomina di Fiat 500 a "Icona italiana e Honorary Member" di Altagamma, la prestigiosa Fondazione che riunisce le migliori imprese italiane che promuovono nel mondo l'eccellenza del Bel Paese.

Ora, nel 2020, si è all'alba di una nuova era ed è tempo che Fiat 500 utilizzi tutta la sua popolarità per ispirare il cambiamento e diventare parte della soluzione. Ma il cammino del cambiamento non lo si fa da soli. Occorrono partner altrettanto virtuosi che abbiano voglia di mettersi in gioco per migliorare il Pianeta, condividendo valori e obiettivi. E in questo contesto s'inseriscono ovviamente anche le spettacolari tre One-off, testimoni di quanto oggi la sostenibilità e il desiderio di scendere in campo per migliorare il Pianeta siano così forti che aziende come Armani, Bvlgari e Kartell, simboli dell'eccellenza italiana nel mondo, abbiano condiviso il progetto della Nuova 500 per dar voce a questo cambiamento, realizzando tre pezzi unici che celebrano l'arrivo della prima vettura di FCA nata full electric.
Terima kasih karena telah membaca berita tentang https://ift.tt/2XyF8Ul, jika berkenan silahkan baca berita lainnya di website kami.

Leasys con i Borghi più belli d’Italia per il rilancio del turismo: nasce “IO NOLEGGIO ITALIANO”

Posted: 27 May 2020 04:56 AM PDT

Silahkan membaca berita terbaru tentang otomotif berjudul Leasys con i Borghi più belli d'Italia per il rilancio del turismo: nasce "IO NOLEGGIO ITALIANO" di website Batlax Auto.

Annunciata la partnership tra Leasys e l'Associazione I Borghi più belli d'Italia, volta a sostenere la ripresa del sistema turistico e la riscoperta dei comuni più affascinanti del Paese.
Nasce "IO NOLEGGIO ITALIANO", la nuova formula pensata per l'estate italiana, che offre la possibilità di riscoprire l'incanto dei piccoli centri in auto, il mezzo di trasporto sicuro e poco esposto al rischio pandemico. 
Con la nuova formula, all'insegna della convenienza, è possibile noleggiare un'auto a partire da 21 euro al giorno, per un minimo di 4 giorni, e da 18 euro al giorno per una settimana o più.
Leasys, società leader della mobilità, annuncia la partnership con l'Associazione I Borghi più belli d'Italia, nata per sostenere e valorizzare il comparto turistico nazionale attraverso la riscoperta dei piccoli centri e il loro inestimabile patrimonio di storia, arte e cultura. Per una vacanza italiana nei 309 affascinanti borghi dell'Associazione, da visitare in tutta comodità e sicurezza in auto, il mezzo di trasporto più sicuro e poco esposto al rischio di contagio.

Una partnership che riflette la profonda appartenenza al territorio e la propensione per il viaggio che accomuna i Borghi più belli d'Italia a Leasys, protagonista della mobilità in Italia grazie alla sua decennale esperienza al servizio degli italiani. Fondate entrambe nel 2001, le due realtà si pongono come rappresentanti di quel Made in Italy inteso come espressione dell'eccellenza italiana.

"In questo particolare momento di crisi sociale ed economica è importante mettere in campo tutte le energie per mantenere in vita il tessuto economico e produttivo. Il turismo è uno dei pilastri della nostra economia: con questo accordo pensiamo di poter contribuire a mantenerlo vitale in attesa della ripartenza. Il turismo di prossimità è il futuro prossimo e i Borghi più Belli d'Italia ne rappresentano la punta di eccellenza, luoghi dal fascino senza tempo che possono essere visitati in sicurezza" questo è il commento di Fiorello Primi, Presidente dell'Associazione I Borghi più belli d'Italia.

"Siamo orgogliosi della partnership tra Leasys e I Borghi più belli d'Italia, che rappresentano la bellezza del nostro Paese nella sua essenza. Questo accordo vuole sostenere il rilancio del turismo nazionale tramite una campagna di promozione e iniziative congiunte a sostegno dei piccoli centri italiani d'eccellenza" ha commentato Giacomo Carelli, CEO e General Manager di FCA Bank e Presidente Leasys S.p.a.

Dall'accordo tra Leasys e I Borghi più Belli d'Italia, nasce IO NOLEGGIO ITALIANO, la nuova formula di noleggio alternativa, flessibile e pet-friendly, pensata per vivere un'estate alla scoperta dell'Italia: dalla gita fuori porta a bordo di un fuoristrada al viaggio in coppia o con gli amici, fino al fine settimana con tutta la famiglia, senza dimenticare i propri animali domestici. Valida da giugno a settembre, IO NOLEGGIO ITALIANO è applicabile su tutti i modelli della flotta Leasys destinati al noleggio a breve termine, dalla Fiat Panda all'Alfa Romeo Stelvio.

La formula, attivabile sul sito leasysrent.it, viene presentata con un'offerta all'insegna della convenienza, con prezzi a partire da 21 euro al giorno per un noleggio di minimo 4 giorni e 18 euro al giorno per una settimana o più.

Si potrà ritirare l'auto presso uno degli oltre 150 Leasys Mobility Store convenzionati in tutta Italia, oppure scegliere di farsela consegnare comodamente a casa, grazie al servizio Home Delivery, fino a un massimo di 15 km dal più vicino Store, al prezzo promozionale di 15 euro.

L'ideale anche per chi viaggia in compagnia, con la possibilità di aggiungere un secondo guidatore a soli 4,50 euro al giorno rispetto ai 9 previsti. E grazie al pacchetto "Super Cover", scontato del 50%, si potrà viaggiare eliminando eventuali rischi di addebito dovuti a danni, furto totale, parziale o incendio e atti vandalici. Una soluzione non vincolante che permette di disdire la prenotazione, senza costi aggiuntivi, fino a 24 ore dal ritiro della vettura.

La vettura noleggiata sarà consegnata in totale sicurezza, grazie agli elevati standard di pulizia dei veicoli e degli ambienti e alle rigorose procedure di igienizzazione adottate, in linea con le indicazioni dell'OMS e del Ministero della Salute, che Leasys ha ulteriormente rafforzato.
Terima kasih karena telah membaca berita tentang https://ift.tt/3gpVEi5, jika berkenan silahkan baca berita lainnya di website kami.

“Storie Alfa Romeo”, sesta puntata: con Duetto la spider italiana sbarca a Hollywood

Posted: 27 May 2020 01:56 AM PDT

Silahkan membaca berita terbaru tentang otomotif berjudul "Storie Alfa Romeo", sesta puntata: con Duetto la spider italiana sbarca a Hollywood di website Batlax Auto.

La Giulietta Spider spopola nel cinema italiano agli inizi degli anni Sessanta, diretta da Fellini e Antonioni: sono le prove generali prima che il Made in Italy conquisti Hollywood e tutti gli States.
La sua erede è un'auto capace di accomunare autentici miti come Steve McQueen, Dustin Hoffman e Muhammad Ali: si tratta dell'Alfa Romeo Duetto.
Fedele alla storia del Biscione, non è solo un'ambita protagonista del costume, ma una vettura elegante e capace di regalare prestazioni entusiasmanti e raffinato piacere di guida.
Le sue doti si esprimeranno attraverso quattro generazioni e olltre 124 mila unità prodotte in 28 anni: la più lunga vita di sempre per un modello Alfa Romeo.
Hollywood nel destino
"It is a very forgiving car. Very pretty, too". Così parla di Duetto un gentleman driver d'eccezione: Steve McQueen, che nell'estate del 1966 viene chiamato da Sports Illustrated a provare la spider italiana insieme ad altre "fast friends". Quella da lui guidata è una delle prime Alfa Romeo 1600 Spider sbarcate negli States, dopo l'esordio al Salone di Ginevra di pochi mesi prima. Il giudizio coglie insieme l'essenza Duetto e l'unicità Alfa Romeo: piacere di guida e bellezza allo stato puro.
È un parere anche tecnicamente autorevole. Steve McQueen è collezionista di supercar e pilota di buon livello, capace di arrivare secondo nella sua categoria alla 12 Ore di Sebring del 1970 in coppia con Peter Revson.
Un anno dopo, alla guida di Duetto c'è Dustin Hoffman, che corre a tutto gas sulle note di Simon & Garfunkel nell'indimenticabile "Il laureato". Immagini che entrano nella storia del cinema, e danno il via a un filone: la Duetto è utilizzata come auto di scena in centinaia di opere del piccolo e del grande schermo, e diventa essa stessa un "cult". Anche il campione del mondo dei pesi massimi Muhammad Ali ne vuole una: riprendendo il suo motto "Float like a butterfly, sting like a bee", la personalizza con la targa "Ali Bee".
La carriera da star di Duetto inizia così. Noi però facciamo un passo indietro, e andiamo a conoscere le sue radici: l'innovazione tecnica di Giulia e il fascino di Giulietta Spider.

Nata per scoprire l'America
Anche nella storia della Giulietta Spider c'è un Hoffman protagonista. Non Dustin l'attore, ma Max Edwin Hoffman: ex pilota da corsa, costretto dal nazismo a lasciare l'Austria per gli Stati Uniti, divenuto in pochi anni l'importatore americano di riferimento per le Case auto europee.
Max è molto di più che un semplice "trader": è un profondo conoscitore del mercato. Orienta le politiche commerciali, chiede specifici modelli, suggerisce variazioni di stile – e contribuisce con i suoi consigli alla creazione di alcune auto sportive tra le più ammirate di sempre. Tra queste c'è la Giulietta Spider.
La Spider per Hoffman è un chiodo fisso. Inizia a chiederla ad Alfa Romeo nel 1954, subito dopo il lancio della Giulietta Sprint. Sente che può diventare l'auto perfetta per la Pacific Coast – e sa che tutti a Hollywood ne vorranno una. È così sicuro del suo successo, che prima ancora di vedere i disegni definitivi si dice disposto ad acquistarne diverse centinaia.

La Bella Signorina
Hoffman riesce a convincere Francesco Quaroni e Rudolf Hruska, e il progetto parte. Lo stile è messo in gara tra i due designer del momento: Bertone e Pinin Farina. Bertone presenta una versione estrema, figlia del concept "2000 Sportiva" di Franco Scaglione: frontale appuntito, fari carenati, pinne posteriori. La proposta di Pinin Farina è disegnata da Franco Martinengo, e viene preferita per l'eleganza e l'equilibrio classico delle forme.
La "bella signorina", come la definisce Pinin Farina, nasce con parabrezza panoramico e vetri laterali a scorrimento. All'interno della portiera non c'è maniglia: una corda aziona l'apertura. Solo più tardi arriveranno un parabrezza tradizionale, vetri laterali discendenti, pannelli porta attrezzati, tettuccio ripiegabile, maniglie esterne e nuovi interni.
Un concept da sportiva pura, confermato da prestazioni estremamente brillanti. La Spider adotta il motore della Giulietta: un quattro cilindri in linea  da 1.290 cm³ di cilindrata, che eroga 65 cavalli e spinge l'auto a 155 km/h. La potenza continua a salire con le successive versioni – a partire dalla Spider Veloce del 1958 da 80 cavalli.
Flessuosa, giovane, scattante. E bella. Giulietta Spider piace al cinema: Fellini la fa comparire in "La Dolce Vita", Antonioni la sceglie come auto di Alain Delon in "L'eclisse". Diventa uno status symbol: amata da personaggi famosi, desiderata da tutti.

Made in Italy
Viene il momento di dare una erede alla Giulietta Spider. Luraghi e il suo team sanno che non basta fare un'ottima macchina: bisogna ricreare lo stesso carisma. La presentazione dev'essere un evento – una cerimonia solenne, un po' investitura e un po' incoronazione.
Alfa Romeo pensa in grande. Per il lancio USA organizza una crociera, e invita i personaggi più esclusivi dello spettacolo, dello sport e della moda. A bordo ci sono 1.300 VIP, tra cui Vittorio Gassman, Rossella Falk e la soprano Anna Moffo. La turbonave italiana Raffaello viaggia da Genova a New York, facendo scalo a Cannes in occasione del Festival del Cinema – e durante tutta la crociera sul ponte della nave fanno bella mostra di sé tre esemplari della nuova Spider: uno verde, uno bianco e uno rosso. Sottolineando l'italianità del suo prodotto, Alfa Romeo anticipa di più di un decennio l'intuizione comunicativa del "Made in Italy".

L'eredità tecnica Giulia
L'Alfa Romeo Spider 1600 nasce sul pianale della Giulia, con passo ridotto a 2.250 mm; la meccanica è quella della contemporanea Giulia Sprint GT Veloce (evoluzione della Sprint GT). Al lancio, Duetto è equipaggiata con il classico 4 cilindri bialbero da 1.570 cm³ in lega leggera, capace di scaricare sulle ruote 108 cavalli con un peso a secco di meno di 1.000 chili. La velocità massima è di 185 km/h.

"Duetto" o "Osso di Seppia"?
Il nome del modello è una storia in sé. Per sceglierlo, viene organizzato un concorso a premi in collaborazione con tutti i concessionari d'Europa. Vince "Duetto" – ma emerge una questione di diritti (per l'omonimia con un biscotto al cioccolato), che impone di lanciare la vettura come "Alfa Romeo Spider 1600".
Il nome Duetto resta in sottofondo, si consolida nella memoria degli appassionati e diventa il soprannome comune di tutte le generazioni della vettura. Altri se ne aggiungeranno: la Spider del 1966, prima della serie e ultimo capolavoro di Battista Pinin Farina, è detta "Osso di Seppia" per la sua forma ellissoidale: frontale e coda arrotondati, laterali convessi e linea di cintura molto bassa. La seconda è la "Coda Tronca" del 1969, che si distingue per il taglio aerodinamico della parte posteriore. La terza è l'"Aerodinamica" del 1983, nata dagli studi in galleria del vento. Nel 1989 arriva l'ultima generazione, la cosiddetta "IV Serie" – un'auto dalla linea pulita e filante, in qualche modo un ritorno alle origini.
Quattro generazioni, oltre 124 mila unità prodotte in 28 anni: la più lunga vita di sempre per un modello Alfa Romeo.
Terima kasih karena telah membaca berita tentang https://ift.tt/2M0RcZb, jika berkenan silahkan baca berita lainnya di website kami.

Nuova Fiat 500 3 porte Ocean green

Posted: 27 May 2020 01:56 AM PDT

Silahkan membaca berita terbaru tentang otomotif berjudul Nuova Fiat 500 3 porte Ocean green di website Batlax Auto.





Terima kasih karena telah membaca berita tentang https://ift.tt/2ZE7uiy, jika berkenan silahkan baca berita lainnya di website kami.

0 Comments