Wednesday, 16 September 2020

06:19
Silahkan klik tulisan atau gambar untuk lanjut membaca Ridotta la gamma della Fiat Panda.

Ridotta la gamma della Fiat Panda


Ridotta la gamma della Fiat Panda

Posted: 15 Sep 2020 09:56 AM PDT

Silahkan membaca berita terbaru tentang otomotif berjudul Ridotta la gamma della Fiat Panda di website Batlax Auto.


Non è più disponibile il 1.2 Fire benzina sulla Fiat Panda. Al momento è ordinabile solo il 1.0 Hybrid su allestimenti Easy e City Cross, il GPL su Easy e  Lounge e Metano su Easy e Lounge. Oltre alle 4x4 e Cross.

Nelle prossime settimane arriverà la Fiat Panda MY'21 con una nuova gamma e alcune novità nei contenuti ecc. Nei prossimi giorni ci saranno maggiori informazioni.

Terima kasih karena telah membaca berita tentang https://ift.tt/3hyRh3x, jika berkenan silahkan baca berita lainnya di website kami.

La Fiat Tipo non è più ordinabile

Posted: 15 Sep 2020 09:56 AM PDT

Silahkan membaca berita terbaru tentang otomotif berjudul La Fiat Tipo non è più ordinabile di website Batlax Auto.


Da oggi non è più ordinabile la Fiat Tipo nell'attuale gamma. È imminente l'arrivo della Tipo restyling.

La nuova gamma sarà ordinabile a partire da metà ottobre. Nei prossimi giorni arriveranno maggiori informazioni.

Terima kasih karena telah membaca berita tentang https://ift.tt/3mqBOGo, jika berkenan silahkan baca berita lainnya di website kami.

Novità Alfa Romeo

Posted: 15 Sep 2020 01:56 AM PDT

Silahkan membaca berita terbaru tentang otomotif berjudul Novità Alfa Romeo di website Batlax Auto.


Stelvio: subirà un restyling ed introdurrà un nuovo infotainment. Arriva una versione PHEV. 2021

Giulia: subirà un restyling ed introdurrà un nuovo infotainment. Arriva una versione PHEV. 2021

Tonale: sarà prodotto a Pomigliano dal 2021 e avrà tecnologia MHEV e PHEV.

B-UV: SUV di segmento B con motori benzina, diesel ed elettrico. 2022 

Terima kasih karena telah membaca berita tentang https://ift.tt/3mmAynE, jika berkenan silahkan baca berita lainnya di website kami.

FCA e Groupe PSA modificano il loro Combination Agreement per rafforzare ulteriormente la struttura del capitale iniziale di Stellantis

Posted: 15 Sep 2020 12:56 AM PDT

Silahkan membaca berita terbaru tentang otomotif berjudul FCA e Groupe PSA modificano il loro Combination Agreement per rafforzare ulteriormente la struttura del capitale iniziale di Stellantis di website Batlax Auto.


Il dividendo speciale FCA fissato a 2,9 miliardi di euro; la quota in Faurecia di Groupe PSA sarà distribuita dopo il closing a tutti gli azionisti di Stellantis

Le modifiche preservano l'equilibrio del Combination Agreement originario

Le sinergie annuali stimate a regime aumentano a oltre € 5 miliardi

Si conferma che il completamento dell'operazione dovrebbe avvenire entro la fine del primo trimestre del 2021

 


Fiat Chrysler Automobiles NV ("FCA") (NYSE: FCAU / MTA: FCA) e Peugeot SA ("Groupe PSA") hanno concordato di modificare alcuni termini del Combination Agreement 50/50 vincolante per creare Stellantis, il 4° più grande costruttore automobilistico al mondo in termini di volumi.


 


Le parti hanno concordato le modifiche con l'obiettivo di affrontare l'impatto in termini di liquidità che la pandemia da COVID-19 ha sull'industria automobilistica, preservando il valore economico e i fondamentali equilibri del Combination Agreement originario. Le modifiche sono state approvate all'unanimità dai Consigli di Amministrazione di entrambe le società con il forte sostegno dei loro azionisti di riferimento. Gli esistenti impegni a sostegno dell'operazione di Exor, del Gruppo della Famiglia Peugeot (EPF / FFP), di Bpifrance e di Dongfeng Motor Group (DFG) continuano ad avere efficacia.


 


In particolare, il dividendo speciale che sarà distribuito da FCA ai suoi azionisti prima del closing è fissato a € 2,9 miliardi (precedentemente era fissato a € 5,5 miliardi) mentre la quota del 46% detenuta da Groupe PSA in Faurecia sarà distribuita a tutti gli Azionisti di Stellantis subito dopo il closing dell'operazione e successivamente all'approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione e degli azionisti di Stellantis.


 


A fronte di queste modifiche, i rispettivi azionisti di FCA e Groupe PSA riceveranno una uguale partecipazione in Faurecia pari al 23% (capitalizzazione € 5,867 miliardi alla chiusura del mercato, 14 settembre 2020), mentre la loro proprietà 50/50 di Stellantis - un gruppo che ora avrà a bilancio una liquidità di 2,6 miliardi di euro in più - rimarrà invariata.


 


In aggiunta, è stato concordato che i Consigli di Amministrazione di Groupe PSA e FCA valuteranno una potenziale distribuzione di € 500 milioni agli azionisti di ciascuna società prima del closing o, in alternativa, una distribuzione di € 1 miliardo da corrispondere successivamente al closing a tutti gli azionisti di Stellantis. Queste decisioni saranno prese alla luce dell'andamento e delle prospettive di entrambe le Società, delle condizioni di mercato e delle performance registrate nel periodo intercorso. Tali distribuzioni saranno effettuate solo se approvate dai Consigli di Amministrazione di entrambe le società.


 


FCA e Groupe PSA confermano che per tutti gli altri aspetti i termini economici del loro Combination Agreement siglato il 17 dicembre 2019 rimangono invariati e che il completamento della combinazione proposta dovrebbe avvenire entro la fine del primo trimestre 2021, soggetto alle condizioni di closing precedentemente concordate previste nel Combination Agreement.


 


Entrambi i Consigli di Amministrazione di FCA e Groupe PSA sono più che mai convinti della logica e della straordinaria potenziale creazione di valore derivante dalla loro fusione. Stellantis può far leva fin dall'inizio su un business fortemente diversificato con elevanti margini nelle regioni principali di Europa, Nord America e America Latina e un portafoglio unico di marchi consolidati e iconici. I suoi prodotti best-in-class, che garantiscono un'elevata soddisfazione da parte della clientela, coprono tutti i segmenti chiave del settore. Altro aspetto fondamentale è che la nuova società, con la sua dimensione combinata molto più ampia, sarà attrezzata per accelerare lo sviluppo di soluzioni di mobilità altamente innovative e tecnologie all'avanguardia nei veicoli a new energy, nella guida autonoma e nella connettività.


 


Come risultato dei significativi progressi compiuti negli ultimi mesi dai gruppi di lavoro congiunti, le sinergie a regime annue stimate dalla creazione di Stellantis sono significativamente aumentate sino a oltre € 5 miliardi, rispetto ai € 3,7 miliardi originariamente stimati. Anche i costi totali stimati una tantum di implementazione per raggiungere queste sinergie sono aumentati da € 2,8 miliardi sino ad un massimo di € 4 miliardi.


 


Commentando l'accordo modificato, Carlos Tavares, Presidente del Consiglio di Gestione del gruppo PSA, ha dichiarato: "Con questo nuovo decisivo passo, ci stiamo avvicinando complessivamente al nostro obiettivo nelle migliori condizioni possibili con prospettive ancora migliori per Stellantis. Vorrei cogliere l'occasione per ringraziare vivamente i team che hanno costruito rapporti di reciproca fiducia, anche durante le misure di confinamento del Covid-19. Il fattore umano è al centro delle dinamiche di un progetto di questo tipo, insieme al sostegno dei nostri azionisti, che hanno dimostrato ancora una volta il loro impegno per la creazione di Stellantis".


 


Mike Manley, CEO di FCA, ha aggiunto: "Non ci sono parole per descrivere la dedizione dimostrata dai team coinvolti sul lancio di Stellantis, e quella di tutte le nostre persone nell'affrontare le sfide senza precedenti che la pandemia da COVID -19 ci ha costretto ad affrontare. L'annuncio di oggi è un ulteriore, forte segnale della comune determinazione a garantire che Stellantis abbia tutte le risorse di cui ha bisogno per impegnare i suoi asset unici, le sue energie creative e le molte opportunità per la creazione di un valore superiore per tutti i nostri stakeholder".

Terima kasih karena telah membaca berita tentang https://ift.tt/2RFwQrr, jika berkenan silahkan baca berita lainnya di website kami.

Trofeo collection: Maserati Ghibli e Quattroporte in versione Trofeo

Posted: 14 Sep 2020 11:56 PM PDT

Silahkan membaca berita terbaru tentang otomotif berjudul Trofeo collection: Maserati Ghibli e Quattroporte in versione Trofeo di website Batlax Auto.


Il motore V8 di 3,8 litri da 580 CV anche per le berline

Le Maserati stradali di produzione di serie più veloci di sempre

Toccano i 326 km/h

Ghibli e Quattroporte ancora più aggressive e sportive

Per la prima volta un motore V8 su Ghibli

Anche per Quattroporte la versione Trofeo

Ghibli accelera da 0 a 100 km/h in 4"3

Quattroporte accelera da 0 a 100 km/h in 4"5

Nuova modalità di guida Corsa con Launch Control

Il top della gamma come allestimento e prestazioni

Tutto il piacere di una guida con la trazione posteriore

Nuovo sistema multimedia come tutti i MY21

Gestione dei sistemi e funzionalità attraverso Virtual Assistant

Sempre connessa grazie al nuovo programma Maserati Connect*

Sistema multimedia ultima generazione MIA (Maserati Intelligent Assistant) basato su Android Automotive porta contenuti digitali ed una User Experience innovativa

Levante Trofeo, rinnovato nel look e nel sistema multimedia, resta il Suv Maserati di produzione di serie più veloce di sempre

Modena - Adesso la Trofeo Collection di Maserati è davvero completa. Dopo l'esordio di Levante lo scorso anno, anche Ghibli e Quattroporte vengono presentate in versione Trofeo, quella che rappresenta il top della gamma in quanto a lusso e prestazioni.


Maserati regala una nuova vita alle sue berline, rendendo Ghibli e Quattroporte in versione Trofeo le Maserati stradali di produzione più veloci di sempre. Dopo aver presentato i MY21 di tutta la gamma con ritocchi di stile e di tecnologia, per Maserati è arrivato il giorno di lanciare anche per Ghibli e Quattroporte le versioni Trofeo, simbolo di performance ed eccellenza, una versione che ha già riscosso un notevole successo per il SUV Levante. Si tratta delle versioni top di gamma, come allestimento e, soprattutto, come prestazioni. Grazie al potente motore V8 Twin Turbo, agli esterni elegantemente rinnovati con finiture in fibra di carbonio e agli interni esclusivi, rivestiti in pelle naturale "Pieno Fiore", Ghibli e Quattroporte entrano in una nuova dimensione, ancora più performante e veloce, ma sempre indiscutibilmente elegante e sicura.


Innovazione, lusso, prestazioni sono da sempre le parole chiave per descrivere una Maserati. Con le versioni Trofeo delle due berline vengono esasperate ancora di più, raggiungendo livelli di prestazioni e di comfort mai raggiunte prima. Esattamente come era successo per la Maserati dei Suv che nella versione Trofeo era diventato il Levante più veloce di sempre.


Il DNA Maserati, da sempre, unisce eleganza e sportività. La storia della casa racconta di modelli con queste caratteristiche fin dagli anni Sessanta, quando nel segmento delle berline sportive di lusso non esisteva la concorrenza di oggi, anzi la concorrenza non aveva proprio in mente questo concetto di vetture. Un concetto che Maserati è stata la prima ad approcciare e oggi, restando fedele al suo passato, si prepara a fare un nuovo salto verso un futuro ancora più eccitante. 


L'introduzione anche per Ghibli e Quattroporte della versione Trofeo vuole sottolineare ancora di più l'animo sportivo delle due berline trasformandole nelle Maserati stradali di produzione più veloci di sempre.


Le berline Maserati più veloci di sempre


Il cuore delle versioni Trofeo di Ghibli e Quattroporte è il V8 di 3,8 litri da 580 CV, un esempio perfetto delle tradizionali prestazioni Maserati.  Un motore che è figlio del V8 da 530 CV montato sulla Quattroporte GTS e del V8 da 580 CV che equipaggia Levante Trofeo. Ne è nato così un V8 a 90° da 3799 cc in grado di raggiungere i 580 CV a 6750 giri.


Il V8 in versione Trofeo di Ghibli e Quattroporte ha portato un pieno di energia e sportività. Un'iniezione di cavalli che permette a Maserati di riscrivere la storia delle sue berline. Con le versioni Trofeo, Ghibli e Quattroporte diventano infatti le berline del Tridente più veloci di sempre. Con la versione Trofeo, Ghibli e Quattroporte puntano sulle prestazioni, raggiungendo risultati mai toccati prima in quanto a velocità di punta: sia Ghibli Trofeo che Quattroporte Trofeo toccano i 326 chilometri orari con un'accelerazione 0/100 Km/h di 4"3 per Ghibli Trofeo e di 4"5 per Quattroporte Trofeo.


Tutta la potenza del rinnovato motore V8 Twin Turbo da 580 CV, viene scaricata sulle ruote posteriori, trasmettendo al guidatore il piacere della trazione posteriore, garantendo un piacere di guida ancora più puro; cosa che, ad esempio, non accade con il Levante Trofeo che è mosso dalla trazione integrale.


Come già nella versione Trofeo del Levante, anche su Ghibli e Quattroporte è stato inserito il sistema di controllo integrato del veicolo (IVC), che garantisce una dinamica di guida eccezionale, una maggior sicurezza attiva e prestazioni più esaltanti, massimizzando la maneggevolezza dell'auto nelle situazioni più impegnative.


Il cambio è l'automatico ZF a otto rapporti, universalmente apprezzato per la sua versatilità e il suo carattere sportivo, con specifica calibrazione e specifica flex plate necessaria per l'incremento delle prestazioni Motore.


La modalità di guida Corsa: il massimo del divertimento


Maserati è riuscita a rendere piacevole e divertente una vettura con la trazione posteriore, rendendo ancora più esasperato il piacere di guida quando viene selezionata la modalità "Corsa", una vera chicca per i puristi delle prestazioni. La modalità "Corsa", selezionabile agendo sui tasti posti sulla console centrale, va ad aggiungersi alle modalità Normal, I.C.E. e Sport.


Quando si attiva la modalità "Corsa", premendo due volte il tasto "Sport/Corsa" sulla rinnovata strumentazione della console centrale, il guidatore percepisce immediatamente una risposta più reattiva del motore alla minima accelerazione, con l'inconfondibile sound del motore Maserati generato dal libero fluire dei gas di scarico attraverso le valvole completamente aperte. La nuova modalità "Corsa" prevede un cambio di marcia ancora più rapido che in modalità Sport, garantendo cambiate più veloci e un assetto più basso delle sospensioni pneumatiche. Con questa modalità ultra sportiva attiva, l'intervento dei sistemi di controllo della trazione e dell'ESP è limitato, a garanzia del massimo piacere di guida.


Abbinato alla modalità "Corsa" è stato introdotto anche il "Launch Control": con la leva del cambio in posizione "D" o "M +/-", per attivare la funzione "Launch Control" e visualizzare la conferma sulla strumentazione, ad auto ferma e con volante diritto il guidatore deve azionare la leva di scalata delle marce al volante e contemporaneamente premere il pedale del freno. Con il pedale del freno sempre premuto, il guidatore accelera al massimo e vede salire il contagiri del motore. Non appena il guidatore rilascerà il pedale del freno, la vettura partirà a tutta velocità.


Per poter attivare il Launch Control devono verificarsi le seguenti condizioni:


Le temperature di acqua e olio devono essere nel range previsto

Non devono essere segnalati problemi al motore o ai sistemi di bordo

L'auto deve aver già percorso almeno 700 km

La modalità di guida "Corsa" deve essere inserita

La leva del cambio deve essere in posizione "D" o "M +/-"

L'auto deve essere ferma e su una strada pianeggiante

La portiere del guidatore deve essere chiusa e le cinture di sicurezza allacciate

Quattroporte aveva già ospitato il motore a 8 cilindri, anzi era stata la prima berlina Maserati a montare una motorizzazione di questo tipo. Era successo con la versione GTS che ora lascerà spazio soltanto alla versione Trofeo che rende l'ammiraglia della casa ancora più sportiva. Per Ghibli è, invece, una prima volta in assoluto, mai la più piccola delle Maserati, aveva adottato una motorizzazione così potente che, grazie alle sue dimensioni ridotte rispetto all'ammiraglia, la fanno diventare ancora più brillante, dinamica, scattante e veloce, rendendola estremamente competitiva in termini di performance.


Ghibli e Quattroporte, nella versione Trofeo, uniscono ancora di più la comodità, il lusso e le prestazioni, fino a raggiungere delle velocità che erano impensabili con le precedenti motorizzazioni, ma che in fin dei conti vanno a ricollegarsi alla storia della casa, pensando a quando nel 1963, quasi sessant'anni fa, Maserati montò sulla Quattroporte un motore V8 da 4.2 litri inaugurando il segmento delle berline super sportive con una vettura di lusso dalle prestazioni eccezionali, ma nello stesso tempo con una comodità unica a bordo, sia nel posto del guidatore che in quelli dei passeggeri. Il DNA corsaiolo di Maserati riemerge nella versione Trofeo delle sue due berline con lo sviluppo di un motore come il V8 di 3,8 litri che era già stato riprogettato e migliorato per equipaggiare la Quattroporte GTS (che ora non verrà più prodotta) e poi ulteriormente sviluppato per la versione Trofeo di Levante.


Ghibli e Quattroporte Trofeo raggiungono queste prestazioni da record strizzando l'occhio all'ecologia. Toccano velocità e potenza prima inarrivabili, ma non dimenticano quanto Maserati sia ormai Eco Green Oriented rispettando le nuove disposizioni per le emissioni EURO6D Final e ULEV 160.


Grazie alle ottime prestazioni del telaio che equipaggia le due berline della Casa non sono state necessarie modifiche per integrarsi all'incremento di potenza del motore V8 Trofeo.


Il cuore di Trofeo: il motore V8


Il nuovo V8 di Ghibli e Quattroporte Trofeo è un'evoluzione del motore V8 del Levante Trofeo che, a sua volta, era un'evoluzione del motore dell'ammiraglia Quattroporte GTS. Mantiene la stessa cilindrata di 3799 cc e la stessa disposizione a "V" di 90° con cui era stato progettato in origine. Con quest'ultima evoluzione arriva a sviluppare in Europa una potenza di 580 CV e un eccezionale valore di coppia massima di 730 Nm sfruttabile già a 2.250 giri/minuto e a disposizione fino a 5.250 giri/minuto.  Ha un rapporto cavalli/litro di 154. Come gli altri motori Maserati V8 a benzina, questo V8 è stato sviluppato da Maserati Powertrain in collaborazione con Ferrari.


Sul V8 in versione Trofeo montato su Levante non era stata sufficiente una nuova calibrazione della mappatura del motore; il reparto tecnico era quindi intervenuto massicciamente sulla componentistica del motore, riprogettando anche alcuni componenti interni, come i pistoni e le bielle. Furono introdotti due nuovi turbocompressori twin-scroll paralleli, uno per ciascuna bancata, con una speciale configurazione della ruota della turbina, per assicurare un flusso più elevato. Ciascun turbocompressore è alimentato con aria fresca da un solo intercooler.


Anche le testate dei cilindri a elevata turbolenza erano state riprogettate e dotate di un diverso modello di alberi a camme e di valvole per aumentare l'efficienza della combustione, migliorare le prestazioni e ridurre i consumi.


Da questa versione del V8 si è partiti per riadattare il motore alle due berline che restano a trazione posteriore. Il motore V8 Maserati è stato specificamente progettato per assicurare prestazioni eccellenti a tutti i regimi, con livelli di consumi ed emissioni contenuti.


La coppia del V8 è elevatissima anche ai bassi regimi, già a 1.500 giri. Le testate a elevata turbolenza e i quattro variatori di fase sono un concetto perfezionato da Maserati Powertrain per consentire un controllo della combustione ottimale.


Le sospensioni


La configurazione delle sospensioni a quadrilatero con doppio braccio oscillante è una tradizione di Maserati derivata dalle corse. Ghibli e Quattroporte raccolgono questa eredità, incorporando però tecnologie all'avanguardia a garanzia di una maggiore precisione. L'architettura del sistema ha permesso al team Maserati dedicato all'handling di sviluppare uno sterzo preciso, confortevole e dotato di un feedback diretto. Per le sospensioni posteriori è stato adottato un sistema multilink a cinque bracci, provvisto di quattro bracci di sospensione in alluminio, che assicura comfort eccezionale da un lato e prestazioni sportive dall'altro.


In funzione delle elevate prestazioni della vettura, Ghibli e Quattroporte V8 Trofeo sono equipaggiate di serie con Sospensioni Skyhook, dotate di ammortizzatori a variazione continua dello smorzamento e di specifica taratura per meglio adattarsi alle condizioni di guida estrema di questo allestimento. Il sistema utilizza dei sensori di accelerazione che monitorano il movimento di ogni ruota e del corpo vettura per determinare le condizioni del fondo stradale e lo stile di guida, regolando istantaneamente la taratura di ciascun ammortizzatore.


La modalità predefinita del sistema Skyhook privilegia il comfort, anche se è sufficiente premere il pulsante delle sospensioni per ottenere maggiore sportività e dinamismo. Questa ulteriore rigidità di ammortizzazione, la cui messa a punto è avvenuta in condizioni di prova estreme e sulle piste, spinge l'handling di Ghibli e Quattroporte a livelli ancora superiori.


Essenzialmente, il sistema Skyhook riduce in modo drastico i trasferimenti di carico longitudinali e laterali e minimizza il rollio della carrozzeria per privilegiare il lato più sportivo del carattere della vettura. Il computer adibito al controllo degli ammortizzatori Skyhook monitora un gran numero di parametri, che includono velocità, accelerazione laterale e longitudinale, movimenti delle singole ruote, movimenti della carrozzeria e dinamica degli ammortizzatori. Adattandosi alla modalità delle sospensioni scelta dal guidatore, il sistema offre l'ammortizzazione perfetta per ciascuna ruota in modo quasi istantaneo.


Il restyling esterno


Le versioni Trofeo di Ghibli e Quattroporte, così come era capitato per Levante, sono state aggiornate con degli interventi mirati per esasperarne il carattere sportivo e sottolineare fin dal primo colpo d'occhio l'abbinamento con le grandi prestazioni. Ecco così nuove appendici aerodinamiche in fibra di carbonio, un nuovo estrattore posteriore e delle nuove mostrine anteriori sul paraurti. Ghibli, poi, presenta sul cofano due uscite d'aria supplementari, funzionali per estrarre calore dal motore e per rendere decisamente più aggressivo il look.


Per la presentazione sono stati scelti i colori del Tricolore: Quattroporte verde, Levante bianco e Ghibli rossa, che in abbinamento ai cromi bruniti e alle finiture in rosso lucido le rendono particolarmente aggressive ed eleganti.


I dettagli rossi sono nei profili inferiori degli air vents laterali, nel profilo del naming Trofeo posto lateralmente sopra le prese d'aria e nella saetta sul logo (in croma brunito) posto sul montante.


La scritta Maserati posteriore è in cromato brunito.


La scritta Trofeo con base rossa e cromatura brunita, compare in queste edizioni, soltanto sul fender appena sopra le air vents.


Sul B Pillar compare anche una piccola bandierina tricolore a sottolineare ancora una volta l'italianità di Maserati e delle sue vetture prodotte completamente tra Modena e Torino. Una bandierina è presente su tutta la gamma V8: Ghibli, Quattroporte e Levante.


La nuova fanaleria posteriore


Con i MY21, Maserati ha introdotto un leggero restyling di tutti i modelli. Novità che vengono riproposte ed adattate alle versioni Trofeo delle due berline. Nuovi fari posteriori, nuove calandre, nuovi inserti in fibra di carbonio per esaltare la sportività.


Ghibli e Quattroporte Trofeo montano una calandra con doppi listelli verticali in finitura Black Piano, su ispirazione di quella che aveva esordito sulla versione GTS di Quattroporte.


Lo splitter inferiore, le mostrine delle prese d'aria anteriori e l'estrattore posteriore, sono realizzati in fibra di carbonio laccata ultraleggera e sottolineano ulteriormente il "racing look" di questi modelli. La minigonna presente su Quattroporte è nera.


 Nel caso della Ghibli anche il cofano motore è stato ridisegnato, con due grintose aperture per l'aria che assicurano un miglior raffreddamento delle teste dei cilindri. Nella parte posteriore, invece, è stato inserito un estrattore in carbonio.


I fanali posteriori, come in tutti i MY21, sono stati riprogettati con un nuovo stile definito boomerang design, ispirato a molte Maserati della storia, caratteristico del DNA della casa. Per enfatizzare la forma a boomerang sono stati realizzati con una innovativa tecnologia di iniezione 3K che consente al fanale di avere una lente tricolore: nera nella parte perimetrale, rossa nella parte centrale e trasparente nella parte inferiore.


Sia Ghibli che Quattroporte Trofeo montano cerchi in alluminio forgiato da 21 pollici Orione. Le pinze freno per ad alte prestazioni sono disponibili nei colori rosso, blu, nero, argento.  


Al lancio della V8 Trofeo previsti Pneumatici 21" Pirelli P ZERO™  (la linea sportiva di Pirelli), successivamente verranno introdotti i 21" Continental Sport Contact.


Il cx delle tre vetture in versione Trofeo rimane invariato: Ghibli 0.29; Quattroporte 0.28; Levante 0.33.


Gli interni con il nuovo sistema multimedia


L'abitacolo di Ghibli e Quattroporte Trofeo è un concentrato di soluzioni eleganti pensate ad arte per creare un ambiente raffinato. Gli interni sono ricchi di dettagli esclusivi che sottolineano l'impronta sportiva, senza abbandonare la tipica eleganza di una Maserati. L'abitacolo sottolinea la sportività e le prestazioni delle versioni Trofeo. Ogni piccolo dettaglio è curato per sottolineare l'eleganza Maserati, ma allo stesso tempo trasmetterne il DNA corsaiolo di queste versioni. Come, ad esempio, il nuovo orologio centrale con grafica dedicata, un quadro di bordo con uno splash screen dedicato, e una caratterizzazione discreta, ma inconfondibile, sui poggiatesta dove al Tridente viene abbinata la scritta Trofeo.


La zona centrale della plancia contiene il nuovo display ad alta risoluzione, presentato in occasione dei MY21, passato da 8,4" a 10,1" con funzione multi-touch.


Lo stesso schermo è stato montato sia su Ghibli che su Quattroporte, mentre Levante continua ad avere il display da 8"4, ma con risoluzione e grafica migliorati e soprattutto con un effetto visivo che lo fa apparire come un unico schermo ricurvo su cui sono state intagliate le bocchette dell'aria, portando a una lettura verticale di tutto l'insieme.


Per ricaricare il proprio telefonino, è stato poi introdotto il wireless charger collocato in una posizione comodamente accessibile sulla colonna centrale. In quella posizione oltre a ricaricare il proprio dispositivo senza bisogno di cavi è possibile condividere le app dello smartphone con il sistema multimediale attivando la tecnologia mirroring e rendendo così attivi Apple Car Play e Android Auto oltre a Baidu Carlife nei paesi in cui è disponibile.


È stata rivista e migliorata la grafica del quadro strumenti che comprende un contagiri e un tachimetro analogici di grandi dimensioni. Sono di nuova grafica sia le cifre che le lancette, tutte retroilluminate su sfondo nero. A fianco degli strumenti c'è un display TFT da 7" per le funzioni operative dell'auto.


I sedili sportivi sagomati sono rivestiti in finissima pelle naturale "Pieno Fiore" disponibile nei colori nero, rosso o cuoio, tutti con impunture rosse a contrasto e nuovo logo "Trofeo" sotto il Tridente nel poggiatesta, non più ricamato, ma retro iniettato con effetto tridimensionale


Il "Pieno Fiore" è una pelle che non ha eguali nell'industria automobilistica, grazie alla sua naturale morbidezza al tatto e al particolare processo di concia che le conferisce inimitabili caratteristiche nel corso degli anni.


Proiettori Full Led


I proiettori Full LED adattivi sono di serie su tutte le versioni di Ghibli, Quattroporte e Levante per i fari sia abbaglianti che anabbaglianti, le luci diurne DRL (Day Running Lights), le luci di stazionamento e gli indicatori di direzione. Questi proiettori, dotati di static bending light e regolazione automatica dell'altezza del fascio luminoso, si caratterizzano per la geometria orizzontale delle luci DRL.


Nei proiettori è integrata una telecamera anteriore che supporta la funzione BiLed Glarefree* per la regolazione adattiva degli abbaglianti. Questa funzione crea dei "tunnel" luminosi riducendo il fascio di luce nelle zone da lasciare in ombra intorno alla vettura, in modo da consentire al guidatore di tenere sempre accesi gli abbaglianti senza timore di infastidire i veicoli che procedono in senso contrario.


I proiettori interagiscono inoltre con diversi parametri della vettura per attivare una delle seguenti opzioni luminose: modalità "urbana" (<50 km/h), "extraurbana" (50-110 km/h), "autostrada" (>110 km/h) e "pioggia".


 


Impianto Audio


Su V8 Trofeo di Ghibli, Quattroporte e Levante sono disponibili  2 sistemi audio:  Premium Sound System  HARMAN KARDON (4 woofer, 4 tweeter, 1 center fill, 1 sub with amplifier, per un totale di 650 W)  in alternative all' High Premium Sound System  Bowers&Wilkins   (15 speakers per un totale di 1280 W).  


Keyless Entry, chiusura assistita delle porte 


La tecnologia Keyless Go consente di aprire Ghibli, Quattroporte e Levante semplicemente azionando la maniglia della portiera o il pulsante di apertura del bagagliaio, senza utilizzare la chiave (in alluminio lucidato) che può essere lasciata in tasca o nella borsa.


Il sistema di chiusura assistita delle porte, di serie nelle versioni Trofeo, provvede automaticamente alla chiusura sicura e silenziosa delle porte della vettura se dovessero essere rimaste leggermente aperte, aumentando la tranquillità e il comfort degli occupanti, in particolare se ci sono bambini sui sedili posteriori. Il sistema si attiva anche in caso di chiusura manuale delle porte, per garantire che siano chiuse correttamente.


Con il Power Boot, è possibile aprire e chiudere il cofano baule semplicemente muovendo il piede sotto il paraurti posteriore. In questo caso, per ragioni di sicurezza il cofano baule si aprirà e chiuderà solo se il sistema Passive Entry riconosce la presenza della chiave.


Anche Levante Trofeo si rinnova


Levante, già due anni dopo il debutto ufficiale, aveva avuto una versione Trofeo con il motore V8 Twin Turbo che lo aveva trasformato nel Levante più veloce della gamma con una velocità prossima ai 300 km/h e oltre (a seconda della versione Europea o per gli altri mercati). Grazie al suo eccellente rapporto peso/potenza di 3,7 kg/CV, il Levante Trofeo accelera da 0 a 100 km/h in soli 4,1 secondi.


Il V8 di 3,8 litri è una versione riprogettata e migliorata del motore della Quattroporte GTS e sviluppa sul Levante Trofeo europeo una potenza di 580 CV a 6.250 giri/min con una coppia massima di 730 Nm a 2.500-5.000 giri/min.


Levante, a differenza delle berline, si muove con la trazione integrale intelligente Q4 che è stata progettata per offrire la tipica esperienza della trazione posteriore Maserati, ma è stata perfezionata in funzione delle particolari esigenze del Levante Trofeo. Nelle situazioni di guida normale la trazione integrale intelligente Q4 eroga il 100% della coppia alle ruote posteriori. In condizioni di scarsa aderenza (fondi sdrucciolevoli o instabili) o in caso di perdita di trazione all'assale posteriore, il sistema passa dall'erogazione del 100% della trazione alle ruote posteriori a una ripartizione del 50:50 tra gli assi in appena 150 millisecondi.


Come tutte le versioni del Levante, il Trofeo è equipaggiato di serie con un differenziale posteriore autobloccante a slittamento limitato (LSD) che garantisce una trazione ottimale in tutte le situazioni di guida. La funzione di bloccaggio asimmetrico consente un bloccaggio del 25% sotto carico e del 35% in rilascio.


Oltre che dal differenziale autobloccante LSD e dalla trazione integrale intelligente Q4, la sportività del Levante è notevolmente accentuata dal torque vectoring: nelle curve, il sistema distribuisce più coppia alle ruote esterne applicando una leggera forza frenante a quelle interne.


Levante Trofeo aveva introdotto nella gamma Maserati la modalità Corsa che garantiva cambiate più rapide, un assetto più in basso delle sospensioni pneumatiche, uno smorzamento più sportivo del sistema Skyhook e un'impostazione ottimizzata della trazione integrale intelligente Q4. Una modalità ultra sportiva che limita l'intervento dei sistemi di controllo della trazione e dell'ESP, a garanzia del massimo piacere di guida.


La scocca del Levante per la versione Trofeo era stata accuratamente rifinita per gestire al meglio l'incremento di potenza; garantendo allo stesso tempo un'esperienza di guida entusiasmante senza alcun compromesso in termini di comfort sulle lunghe percorrenze e per ciò che concerne la sicurezza attiva.


Inoltre, era stato inserito, per la prima volta nel Levante, il sistema di controllo integrato del veicolo (IVC), che garantisce una dinamica di guida eccezionale, una maggior sicurezza attiva e prestazioni più esaltanti. Il Levante Trofeo rappresenta ancora l'espressione più pura della filosofia granturismo nel segmento dei SUV.


Come nell'edizione MY21 anche Levante Trofeo ha i nuovi fanali posteriori con il boomerang design. Un nuovo stile che contribuisce molto a rinfrescare l'aspetto di Levante e a rendere omogenea tutta la famiglia Maserati.


Gestione dei sistemi e funzionalità attraverso Virtual Assistant


Grazie al sistema Tencent Voice Recognition funzionalità come climatizzazione, vari settaggi e navigazione possano essere gestiti con l'assistente virtuale a bordo.


Sistema Multimedia ultima generazione


Ghibli e Quattroporte Trofeo, essendo a tutti gli effetti dei MY21, dispongono di tutte le novità tecnologiche presentate sui MY21 e quindi anche il sistema multimedia di ultima generazione MIA (Maserati Intelligent Assistant). Il cuore del sistema sfrutta la potenza del sistema operativo Android Automotive che offre una User Experience completamente nuova ed innovativa e più performante, personalizzabile seconde le preferenze d'utilizzo del conducente. Lo schermo HD del sistema MIA passa da 8"4 con una proporzione di 4:3 a 10"1 con una proporzione di 16:10, e si presenta con un aspetto frameless per renderlo più contemporaneo eliminando al massimo la mostrina attorno. Si tratta di un nuovo display ad alta risoluzione con funzione multi-touch e di una nuova interfaccia grafica che mixa il nero al colore dorato per esaltarne l'eleganza. Nella parte alta del display è poi stata introdotta una curvatura del vetro per rendere il tutto meno spigoloso e più elegante. Un effetto magari già incontrato in altri settori, ma che per la prima volta viene introdotto dell'automotive.


Sempre connessa con Maserati Connect*


A partire dal MY21 tutte le Maserati sono connesse grazie al nuovo programma Maserati Connect. Lo sono quindi anche Ghibli, Quattroporte e Levante Trofeo.  Avere la Maserati sempre connessa, permette di tenere sotto occhio lo stato del salute della macchina e Maserati Connect informerà il conducente quando è il momento per fare la manutenzione ordinaria, migliorando l'esperienza di servizio al cliente.


Maserati Connect garantisce anche maggior sicurezza con l'assistenza alle emergenze ed in caso di furto della macchina.


Con la Smartphone o Smartwatch si può sempre restare in contatto con la propria Maserati grazie alla app di Maserati Connect, oppure da casa chiedendo all'assistente virtuale personale (Amazon Alexa & Google Assist).


Maserati Connect permette di usare i servizi di Amazon Alexa quando si e a bordo e di attivare un servizio Wifi Hotspot nella propria Maserati.


Grazie al sistema di navigazione integrata e connessa il conducente ha sempre le ultime informazioni sul traffico in tempo reale, ma anche sempre le mappe aggiornate.


* La disponibilità può variare paese per paese.


Controllo integrato del veicolo (IVC) e sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS)


La funzione IVC è stata integrata nell'MPS per migliorare la sicurezza attiva e la dinamica di guida, mentre i sistemi ADAS attivi opzionali consentono di offrire una tecnologia di guida autonoma di secondo livello.


Il sistema IVC (Integrated Vehicle Control) sviluppato in collaborazione con Bosch, previene - anziché limitarsi a correggere - quegli errori che portano alla perdita di controllo della vettura, migliorando la sicurezza attiva e la dinamica di guida. Di conseguenza garantisce anche performances ed emozioni uniche al volante.


L'IVC utilizza un efficace sistema di controllo del tipo "feed-forward" che prevede le situazioni di guida e adegua preventivamente l'impianto frenante e il motore. Il sistema interviene in modo più regolare e silenzioso rispetto all'Electronic Stability Program (ESP) tradizionale, assicura un miglior bilanciamento della vettura e una miglior trazione in condizioni dinamiche estreme e utilizza il torque vectoring intelligente per ottimizzare in modo del tutto naturale la dinamica laterale anche quando l'MSP è disattivato. Nelle manovre dei test dinamici (es. slalom e cambio di corsia), l'IVC ha evidenziato una velocità di passaggio più elevata e migliori tempi sul giro in circuito.


Maserati Stability Program (MSP)


Sviluppato nel corso dei test più estremi, l'MSP si avvale di numerosi sensori di rilevamento e intervento tempestivi. In caso di slittamento, il sistema riduce la coppia del motore e può azionare i freni con interventi estremamente precisi per ripristinare la stabilità entro pochi millisecondi. Oltre all'IVC, nell'MSP sono integrati vari altri sottosistemi, come il sistema antibloccaggio dei freni ABS (Antilock Braking System) con il ripartitore di frenata a controllo elettronico EBD (Electronic Brakeforce Distribution), il controllo di trazione ASR (Anti-Slip Regulation), il controllo della coppia motore MSR (Motor Spin Regulator) che impedisce alle ruote motrici di bloccarsi durante le scalate in condizioni di scarsa aderenza, il sistema per la frenata d'emergenza BAS (Brake Assist System).


Sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS)


Gli ADAS (Advanced Driver Assistance Systems) di secondo livello, come Highway Assist, Active Blind Spot Assist e Lane Keeping Assist, rappresentano un importante passo avanti in direzione della guida semi-autonoma. Il pacchetto di ADAS disponibili come optional include anche l'efficiente sistema Traffic Sign Recognition.


Se da un lato Maserati considera gli ADAS uno strumento prezioso per una guida più sicura, dall'altro resta però fedele alla sua filosofia di costruttore di vetture gran turismo di razza con una dinamicità eccezionale per un'esperienza di guida senza pari. Con l'introduzione dell'ultimo pacchetto di ADAS attivi Maserati ha reso le sue vetture ancora più sicure in diverse condizioni di traffico, ma è sempre il guidatore a dover avere il controllo totale della vettura.


Active Driving Assist: è un'evoluzione dell'Highway Assist introdotto con I MY18. Ha una funzionalità "hands-on" (il guidatore deve mantenere sempre il controllo della vettura), utilizzabile su qualsiasi tipo di strada purché in buone condizioni.  Se nelle versioni precedenti era utilizzabile sono in autostrada, oggi è a disposizione su qualsiasi strada in buone condizioni a velocità fino a 145 km/h con sistema Adaptive Cruise Control attivato; riduce la fatica del guidatore e di conseguenza migliora la sicurezza attiva mantenendo la vettura nella corsia di marcia e adeguandone la velocità preselezionata in totale autonomia.


Il sistema utilizza un radar e una telecamera puntata anteriormente e contribuisce a mantenere la traiettoria della vettura, coadiuvato dall'EPS. La telecamera multifunzione rileva la segnaletica stradale orizzontale e calcola la distanza e la velocità del veicolo che precede. Il sistema Highway Assist include una radio che fornisce informazioni stradali e un sistema "hands-on" di rilevamento delle mani sul volante. In qualsiasi momento il guidatore può intervenire per escludere il sistema.


Lane Keeping Assist (LKA): mantiene la vettura al centro della corsia di marcia, intervenendo direttamente sull'EPS e visualizzando la situazione sul display del quadro strumenti. Quando sul display touch screen è selezionata la casella delle segnalazioni visive e aptiche, il sistema LKA interviene con una manovra di sterzo correttiva.


L'LKA utilizza una telecamera puntata anteriormente, che rileva la delimitazione della corsia di marcia e determina la posizione della vettura, e un radar che elabora i dati. Il sistema funziona a velocità tra 60 km/h e 180 km/h ed è disattivato quando sono attivi gli indicatori di direzione.


Active Blind Spot Assist (ABSA): è un sistema finalizzato a impedire le collisioni durante i cambi di corsia grazie a due sensori radar che monitorano i punti ciechi. Oltre a emettere una segnalazione visiva e acustica, l'ABSA è in grado di comunicare con l'EPS per intervenire sulla coppia di sterzo e prevenire possibili collisioni.


Traffic Sign Recognition (TSR)*: impedisce essenzialmente che l'auto viaggi a velocità troppo sostenute, inviando informazioni in tempo reale sul quadro strumenti relative ai limiti di velocità per il tratto di strada che si sta percorrendo. Il sistema TSR identifica i limiti di velocità in condizioni particolari (pioggia, nebbia, ore della giornata) e utilizza i dati della mappa del navigatore per informare il guidatore in caso di mancanza, non visibilità o non riconoscibilità di alcuni segnali da parte della telecamera.


* Sistema disponibile in mercati specifici


Adaptive Cruise Control (ACC) con funzione Stop&Go: quando è attivo (da 30 a 210 km/h), l'ACC controlla in modo continuo lo spazio tra la Quattroporte e il veicolo che la precede, mantenendo una distanza prefissata. In caso di rallentamento del traffico, o se un altro veicolo si frappone davanti, il sistema riduce la velocità agendo sui freni. Grazie alla funzione Stop&Go, la vettura adegua la propria velocità a quella del veicolo che la precede fino all'arresto completo, per poi ripartire automaticamente se lo stop è inferiore ai due secondi.


Forward Collision Warning Plus (FCW Plus): il sistema FCW Plus monitora i veicoli che precedono attraverso una telecamera e, con una segnalazione visiva e acustica, avverte il guidatore quando sussiste il rischio di tamponamento.


Advanced Brake Assist (ABA): se il guidatore frena, ma non abbastanza da evitare l'impatto, il sofisticato sistema ABA provvederà ad applicare una pressione maggiore sull'impianto frenante.


Autonomous Emergency Braking (AEB): l'AEB è un sistema attivo progettato per evitare una collisione imminente o attutirne l'impatto.  Il pericolo di collisione è rilevato dal radar dell'ACC e da una telecamera montata anteriormente. Un allarme acustico e visivo avverte il guidatore della necessità di iniziare a frenare. Se il guidatore non interviene, il sistema frena automaticamente in modo da rallentare la vettura e ridurre al minimo l'impatto.


Telecamera posteriore con griglie dinamiche


La telecamera, che è posizionata sopra la targa, si accende automaticamente in retromarcia, mostrando la zona dietro alla vettura sul nuovo display ad alta risoluzione. Questa telecamera utilizza i sensori posteriori di parcheggio per avvertire il guidatore della presenza di oggetti e ostacoli attraverso una segnalazione sia acustica che visiva. Le griglie dinamiche mostrano la larghezza massima della vettura e ne proiettano la traiettoria in base all'angolo di sterzo.


Telecamera Surround View opzionale


Il sistema della telecamera Surround View si compone in totale di quattro telecamere (due laterali montate sotto i retrovisori esterni, una puntata anteriormente e una puntata posteriormente) e proietta sul display ad alta risoluzione una chiara visuale dall'alto a 360° della vettura. Il sistema può essere attivato automaticamente in retromarcia oppure è gestibile in manuale attraverso l'apposito pulsante sul display da 10,1". È possibile scegliere tra cinque diversi angoli di visualizzazione. Vengono visualizzate anche le porte aperte e le linee guida per il parcheggio.


Rear Cross Path


Questa funzione è pensata per aiutare il guidatore durante l'uscita in retromarcia da un parcheggio, quando non è possibile vedere i veicoli che sopraggiungono. Utilizzando dei sensori montati su ciascun lato del paraurti posteriore, il sistema rileva la presenza di veicoli o oggetti diretti verso la vettura a velocità da un minimo di 1 km/h a un massimo di 16 km/h circa.

Terima kasih karena telah membaca berita tentang https://ift.tt/35BCHGd, jika berkenan silahkan baca berita lainnya di website kami.

Maserati Ghibli Hybrid

Posted: 14 Sep 2020 11:56 PM PDT

Silahkan membaca berita terbaru tentang otomotif berjudul Maserati Ghibli Hybrid di website Batlax Auto.





Ghibli Hybrid è la prima Maserati elettrificata della storia, rappresenta l'anello di congiunzione tra il passato e il futuro

L'idea Maserati delle motorizzazioni ibride punta sia alle prestazioni che a una riduzione dei consumi

La Ghibli Hybrid raggiunge i 255 km/orari e scatta da 0 a 100 km/h in 5.7 s.

Il motore a 4 cilindri è abbinato a BSG, eBooster e batteria a 48 volt sviluppa 330 hp

Con l'introduzione della motorizzazione ibrida migliora la distribuzione dei pesi e la vettura guadagna in maneggevolezza

Resta l'inconfondibile sound Maserati

Gestione dei sistemi e funzionalità attraverso Virtual Assistant

La Ghibli sempre connessa grazie al nuovo programma Maserati Connect

Sistema multimedia ultima generazione MIA (Maserati Intelligent Assistant) basato su Android Automotive porta contenuti digitali ed una User Experience innovativa

Colorazione ad hoc con inserti blu per sottolineare l'introduzione di un motore ancora più efficiente

La Ghibli Hydrid è una Maserati destinata a lasciare una traccia indelebile nella storia della Casa: è la prima vettura elettrificata del Tridente. L'anello di congiunzione tra un passato fatto da motori a combustione interna e un futuro destinato a diventare elettrico. È la scintilla che fa partire il viaggio nel futuro di un marchio da sempre votato all'innovazione. La versione Hybrid di Ghibli nasce con l'idea di aggiungere prestazioni e allo stesso tempo di ridurre i consumi. Rappresenta l'idea di Maserati delle motorizzazioni ibride, un'idea che viaggia in parallelo con il DNA della casa. Ghibli Hybrid porta Maserati nel futuro senza tradire il passato, anzi in un certo senso valorizzando e enfatizzando ancora di più le caratteristiche tipiche di una Maserati, come le prestazioni e il lusso. Il primo motore ibrido nella storia del marchio, in cui da sempre l'innovazione e la tecnologia incontrano l'eccellenza dell'ingegneria automobilistica, proiettano Maserati verso un futuro più sostenibile. Faster  than diesel, greener than gasoline. Più veloce del diesel, più ecologica del benzina: ecco spiegata in poche parole la filosofia della Ghibli Hybrid.


Sotto un vestito che trasmette sensazioni di un'eleganza contemporanea e modellato ad hoc con una colorazione esclusiva, un "grigio evoluzione" che stupisce con la sua la brillantezza e i suoi luccichii (per la Cina la versione di lancio è invece Rosso Magma) si nasconde la grande innovazione tecnologica  di questa versione della Ghibli: la motorizzazione ibrida che sviluppa 330 cv e permette di raggiungere i 100 km/orari in 5"7 e di toccare i 255 km/h. Una Maserati che è completamente Made in Italy ed esce dallo stabilimento Avvocato Giovanni Agnelli Plant (AGAP) di Grugliasco (TO).


Studiata da un gruppo di lavoro di un centinaio di persone, la nuova Ghibli Hybrid si basa sull'evoluzione telaistica e di scocca della Ghibli V6 che nella versione Hybrid abbina al motore termico due litri a 4 cilindri un sistema Hybrid da 48 volt che permette anche di recuperare l'energia in decelerazione e in frenata. In perfetta sintonia con il suo DNA, Maserati ha scelto una soluzione ibrida che punti soprattutto a migliorare le prestazioni, riuscendo al tempo stesso a ridurre i consumi. Il risultato raggiunto è quasi perfetto: più prestazioni, meno consumi.  Si mantiene la stessa brillantezza di motore e il livello di performance di ogni modello Maserati, ma si riducono i consumi, rendendo la versione Hybrid della Ghibli ancora più efficiente di quelle equipaggiate con i motori V6, sia benzina che Diesel. Ghibli Hybrid in pratica riassume il meglio delle due precedenti motorizzazioni offrendo al guidatore una vettura divertente da guidare e con il suono di una vera Maserati. Abbina la fluidità di un motore a 6 cilindri alla coppia ai bassi regini di un diesel.  Il sistema ibrido permette infatti di avere la stessa ripresa della versione diesel unita alla potenza e all'accelerazione del V6 benzina da 350 cv con un notevole risparmio del consumo di C02 che si riduce di più del 25% rispetto al benzina e praticamente lo stesso rispetto al diesel secondo i dati WLTP.


Il sistema ibrido 48 volt Maserati è costituito da quattro elementi: BSG, batteria, eBooster e un convertitore DC/DC. Il BSG (Belt Starter Generator) svolge la funzione di un alternatore, permette di recuperare l'energia in frenata e decelerazione e va a caricare la batteria posta nel vano baule che a sua volta serve per alimentare l'eBooster di cui è dotato il motore. Lo scopo della presenza di un compressore elettrico sulla vettura è quello di andare a supportare il turbocompressore classico, lavorando in serie con lo stesso, supportando l'erogazione di potenza del motore ai bassi regimi. La strategia di funzionamento del sistema ibrido permette di avere sempre a disposizione l'eBooster, tramite batteria o BSG, qualora fosse necessario.


Nel segmento delle berline ibride l'accoppiata BSG ed eBooster è qualcosa di unico e permette di dare un extra boost anche quando il motore va a pieno regime in modalità sport, momento in cui si possono godere appieno dei benefici relativi alle prestazioni, mentre in modalità normale serve a dare equilibrio a consumi e prestazioni.


Tutto nella Ghibli Hybrid è studiato alla ricerca di una prestazione migliore. La vettura ibrida pesa meno della corrispondente dotata di motore 6 cilindri, ma soprattutto ha una migliore distribuzione dei pesi, grazie al fatto che il motore è anteriore e la batteria collocata nella zona posteriore. Il tutto per rendere la Ghibli Hybrid ancora più maneggevole e divertente da guidare.


Il motore, 4 cilindri, 2 litri di derivazione FCA è stato rivisto completamente dall'Innovation Lab Maserati di Modena nelle sue componenti meccaniche interne per poter raggiungere una maggiore coppia e una maggiore potenza prodotta dal turbo e dall'eBooster. Anche la gestione elettronica del motore cambia  completamente, passando a una centralina di ultima generazione Bosch. In pratica del motore da cui è nato sono rimaste dimensioni e in parte la testata, diventando un motore Maserati. Il motore è prodotto a Termoli.


La motorizzazione ibrida garantisce un livello di emissione di C02 inferiore al V6 Diesel e un risparmio nei consumi di più del 20% rispetto alla versione V6 da 350 hp pur mantenendo lo stesso livello di prestazioni. Sul mercato europeo rappresenta una grande alternativa alla versione Diesel, sul mercato cinese permetterà una minor tassazione.


Il sound Maserati

La Ghibli Hybrid è una Maserati in tutto e per tutto anche per il suono che, nonostante l'ibridizzazione, resta quello tipico di ogni vettura del Tridente. Un sound raggiunto senza l'uso di amplificatori, ma soltanto lavorando sulla parte fluido dinamica degli scarichi e con dei risuonatori che vengono sintonizzati per dare il tipico sound. Quando si sale a bordo di una Maserati ibrida si deve continuare a sentire il suono inconfondibile di un motore Maserati.


La caratterizzazione esterna

Dal punto di visto estetico la versione ibrida di Ghibli è caratterizzata da alcuni dettagli di colore blu, quello che è universalmente diventato il simbolo della mobilità pulita. Hanno un profilo blu le tre classiche prese d'aria sul parafango anteriore, come blu sono le pinze dei freni Brembo e la saetta nel logo sul montante.


Ghibli Hybrid cambia il suo sorriso introducendo una nuova griglia che la renderà ancora più elegante ed inconfondibile. Nuova griglia che è caratterizzata da un elemento distintivo: il diapason Maserati. L'inedita calandra si basa infatti su questa forma e si presenta con griglia cromata nella versione GranLusso e Nero Black Piano, ancora più aggressiva e sportiva, nella versione GranSport.


Ghibli, come le altre vetture della Casa del Tridente in gamma, cambia anche il suo look posteriore dove è stata sviluppata una nuova linea di fanali con uno stile definito boomerang design, ispirato a molte Maserati della storia, caratteristico del DNA della casa. Sono un elemento distintivo di tutte le MY21 e presenti su ogni modello MY21 di Ghibli. Per enfatizzare la forma a boomerang sono stati realizzati con una innovativa tecnologia di iniezione 3K che consente al fanale di avere una lente tricolore: nera nella parte perimetrale, rossa nella parte centrale e trasparente nella parte inferiore.  Il fanale è realizzato in 2 versioni: black per le accattivanti versioni con "Black pack"  e più chiaro per le più raffinate versioni GranLusso, giocando semplicemente sul colore della maschera interna superiore.


In Europa Ghibli Hybrid si presenta con un nuovissimo colore Grigio Evoluzione, un grigio tecnico, freddo con fiamma blu, un colore doppio strato che si ispira alle serie speciali, ma anche ad alcuni yacht decisamente lussuosi e performanti. È un colore che prende forma sotto la luce del sole, con i metalli che riflettono, dando una sensazione di brillantezza ed esaltando così le curve della vettura. Un colore che non lascia spazio alle cromature solitamente presenti su maniglie e parafanghi. Tutto nella versione Hybrid è Grigio Evoluzione, tranne i particolari in blu anodizzato, un colore che ci trasmette subito lo spirito di quest'auto.


In Cina, Ghibli Hybrid, che Maserati ha voluto chiamare Fenice, viene invece presentata in Rosso Magma, un colore simbolo della velocità e delle prestazioni. In questa versione maniglie e finiture restano cromate, mentre anche qui pinze dei freni, mostrine e saetta sono blu .


La caratterizzazione degli Interni

Nel 2013 la Ghibli ha fatto il suo ingresso nel segmento E delle berline Premium di fascia alta, facendosi subito notare per l'artigianalità di altissimo livello che ne connota l'abitacolo. In particolare per lo specifico design della plancia, che risponde perfettamente all'ambizione di poter vivere un'esperienza maggiormente rivolta al guidatore, senza dover rinunciare al lusso e alla raffinatezza. Nella versione Hybrid gli interni  trasmettono un senso di passione al primo sguardo grazie a una serie di elementi esclusivi, come i sedili anteriori sportivi in pelle con regolazione elettrica a 12 vie e poggiatesta con sistema integrato di prevenzione dei colpi di frusta, il volante sportivo con palette del cambio in alluminio e la pedaliera sportiva in acciaio.


Ghibli Hybrid è disponibile sia in allestimento GranLusso che GranSport  con alcune differenze nei vari mercati.


Nei modelli destinati alla regione Emea, i sedili sportivi sagomati sono rivestiti in finissima pelle naturale "Pieno Fiore",  rifiniti con  impunture a contrasto e tridente ricamato sugli appoggiatesta di colore blu, la stessa caratterizzazione estetica del sedile la ritroviamo anche sui pannelli porta e sulla plancia, il blu che dà maggiore leggerezza e contemporaneità agli interni è un chiaro richiamo ai dettagli esterni della vettura . Nella versione GranLusso presentata in Cina, le impuntature di sedili, pannelli porte e plancia sono invece rossi


Nella console centrale spiccano la leva del cambio aggiornata e i pulsanti per le modalità di guida, oltre al caratteristico doppio selettore rotante in alluminio forgiato di alta qualità che consente di ottenere una regolazione intuitiva del volume audio e di altre funzioni.


Nella console trovano posto due porta-bicchieri, una presa elettrica da 12 V e un vano porta-telefono climatizzato, all'interno del quale sono alloggiati il lettore di schede di memoria SD e le prese USB e Aux-In, che consentono all'utente di ascoltare musica, guardare film o anche visualizzare immagini. Con i MY21 è stato introdotto anche su Ghibli il wireless charger per il telefonino (di serie o optional a seconda dei mercati) che è all'interno del vano porta telefono.


Nonostante la sua linea possa ricordare quella di un coupé, la Ghibli fornisce ai passeggeri anteriori uno spazio per le gambe  tra i migliori della sua categoria e ai passeggeri dei sedili posteriori uno spazio per la testa e le gambe altrettanto confortevole. La regolazione elettrica dei sedili è a 6 vie su quello di guida e a 12 vie di serie su entrambi i sedili anteriori negli allestimenti GranLusso e GranSport. I sedili posteriori, abbattibili in rapporto 60/40 e dotati di attacchi Isofix per fissare in sicurezza i seggiolini dei bambini, possono ospitare fino a tre passeggeri e offrono un ottimo sostegno laterale e il massimo comfort anche nei viaggi più lunghi.


Il volume di carico del bagagliaio è di 500 litri. Alla spaziosità interna contribuiscono anche ampie tasche nelle porte e un vano porta-oggetti con bloccaggio elettrico davanti al passeggero.


Gli allestimenti

Allestimento GranSport: gli interni trasmettono un senso di passione al primo sguardo grazie a una serie di elementi esclusivi, come i sedili anteriori sportivi in pelle con regolazione elettrica a 12 vie e poggiatesta con sistema integrato di prevenzione dei colpi di frusta, il volante sportivo con palette del cambio in alluminio e la pedaliera sportiva in acciaio. La finitura della plancia è in legno laccato Black Piano.


Allestimento GranLusso: la raffinatezza degli interni è esaltata dagli esclusivi rivestimenti in seta Ermenegildo Zegna, con inserti in seta mulberry, dalla finitura in legno Radica a poro aperto sulla plancia e dal volante in pelle con finitura in legno.


L'allestimento GranLusso prevede inoltre la pedaliera e il volante a regolazione elettrica, la tendina parasole elettrica per il lunotto, il sistema di chiusura assistita delle porte e il vano porta-oggetti con bloccaggio elettrico davanti al passeggero.


Gli interni firmati Ermenegildo Zegna accostano alla pelle a grana fine inserti 100% in fibra naturale di seta mulberry per le fodere dei sedili, dei pannelli porta, del cielo abitacolo, delle pantine parasole e della plafoniera luci. Alla seta, sempre in colore Antracite, possono essere accoppiate tre differenti tonalità di lussuosa e finissima pelle: Nero, Cuoio e Rosso.


In linea con la migliore tradizione Maserati, al cliente viene offerta un'ampia scelta di materiali, tra i quali spicca al top la pelle naturale "Pieno Fiore", disponibile nei colori Nero, Rosso e Cuoio per i sedili comfort o sportivi, ciascuno con le proprie opzioni di cuciture.


La pelle Premium finissima a grana di tipo B, è invece utilizzata sul sopra plancia, sul sotto plancia e sui braccioli. Il rivestimento in pelle dei pannelli porta è impreziosito da una doppia cucitura. Il "Pieno Fiore" è una pelle che non ha eguali nell'industria automobilistica, grazie alla sua naturale morbidezza al tatto e al particolare processo di concia che le conferisce inimitabili caratteristiche nel corso degli anni.


Sistema Multimedia ultima generazione

La Ghibli ibrida, essendo a tutti gli effetti un MY21, dispone di tutte le novità tecnologiche presentate sui MY21 e quindi anche il sistema multimedia di ultima generazione MIA (Maserati Intelligent Assistant). Il cuore del sistema sfrutta la  potenza del sistema operativo Android Automotive che offre una User Experience completamente nuova ed innovativa e più performante, personalizzabile seconde le preferenze d'utilizzo del conducente. Lo schermo HD del sistema MIA passa da 8"4 con una proporzione di 4:3 a 10"1 con una proporzione di 16:10, e si presenta con un aspetto frameless per renderlo più contemporaneo eliminando al massimo lamostrina attorno. Si tratta di un nuovo display ad alta risoluzione con funzione multi-touch e una nuova interfaccia grafica che mixa il nero al colore dorato per esaltarne l'eleganza. Nella parte alta del display è poi stata introdotta una curvatura del vetro per rendere i tutto meno spigoloso e più elegante. Un effetto magari già incontrato in altri settori, ma che per la prima volta viene introdotto dell'automotive.


Sempre connessa con Maserati Connect*

A partire dal MY21 tutte le Maserati sono connesse grazie al nuovo programma Maserati Connect. Avendo la Maserati sempre connesso permette di tenere sotto occhio lo stato del salute della macchina, e Maserati Connect informerà il conducente quando e il momento per fare la manutenzione ordinaria, migliorando l'esperienza di servizio al cliente.


Maserati Connect garantisce anche maggior sicurezza con l'assistenza alle emergenze ed in caso di furto della macchina.


Con la Smartphone o Smartwatch si può sempre restare in contatto con la propria Maserati grazie alla app di Maserati Connect, oppure da casa chiedendo all'assistente virtuale personale (Amazon Alexa &amp; Google Assist). Attraverso il sistema multimedia MIA (Maserati Intelligent Assistant) i servizi connessi di Maserati Connect portano una nuova esperienza a chi si trova a bordo.


Grazie al sistema di navigazione integrata e connessa il conducente ha sempre le ultime informazioni sul traffico in tempo reale ma anche sempre le mappe aggiornate. MIA permette anche di attivare i servizi di Amazon Alexa oppure Wifi Hotspot nella propria Maserati.


*= disponibilità può variare paese per paese.


Il cambio

Come le altre versioni della Ghibli, la Hybrid è equipaggiate con lo stesso cambio automatico a otto rapporti ZF, presente anche sulla Quattroporte e sul Levante.


La leva del cambio è stata recentemente riprogettata con uno schema di cambiata intuitivo che garantisce una corsa più corta e una funzionalità migliorata. Il cambio può essere azionato sia in modalità automatica (RND) sia in modalità manuale, semplicemente spostando la leva da destra a sinistra; sulla leva è stato inserito il nuovo tasto "P" che imposta la trasmissione in modalità di parcheggio.


Con la leva del cambio introdotta con le ultime versioni è semplice azionare i pulsanti di comando delle modalità di guida nella console centrale. Il tasto "M", anche in questa versione, è stato sostituito dal pulsante per la disattivazione della funzione Start&Stop.


Questo tipo di trasmissione soddisfa qualsiasi esigenza, dal comfort ai cambi marcia rapidi, fino alla riduzione dei consumi e dei valori NVH (rumore, vibrazioni, ruvidezza). L'auto riconosce inoltre numerose condizioni, come per esempio tragitti in salita o in discesa oppure brusche frenate o curve impegnative, e seleziona di conseguenza il rapporto e la tipologia di cambiata migliori.


In modalità Manual Normal il sistema automaticamente sale di marcia all'avvicinarsi del regime massimo del motore, mentre in modalità Manual Sport i cambi marcia sono più veloci e brillanti ed è possibile spingere il regime del motore fino al limite senza intervento del sistema.


Le sospensioni

La configurazione delle sospensioni a quadrilatero con doppio braccio oscillante è una consolidata tradizione di Maserati derivata dalle corse. La Ghibli raccoglie questa eredità, incorporando però nuove tecnologie, a cominciare dal quadrilatero con doppio braccio oscillante totalmente in alluminio in posizione rialzata all'anteriore per garantire un handling agile e preciso.


L'architettura del sistema ha permesso al team Maserati dedicato all'handling di sviluppare uno sterzo preciso, confortevole e dotato di un feedback diretto.


Per le sospensioni posteriori è stato adottato un sistema multilink a cinque bracci, provvisto di quattro bracci di sospensione in alluminio, che assicura comfort eccezionale da un lato e prestazioni sportive dall'altro. Per controllare il movimento delle molle d'acciaio e delle barre antirollio, le sospensioni della Ghibli si basano su un sistema di ammortizzazione fisso.


La Ghibli è inoltre disponibile con il sistema di sospensioni Skyhook che è di serie nelle versioni GranSport e opzionale nelle altre, e offre un controllo elettronico indipendente di ciascuno dei quattro ammortizzatori.


La modalità predefinita del sistema Skyhook privilegia il comfort, anche se è sufficiente premere il pulsante delle sospensioni per ottenere maggiore sportività e dinamismo. Questa ulteriore rigidità di ammortizzazione, la cui messa a punto è avvenuta in condizioni di prova estreme e sulle piste, spinge l'handling della Ghibli a livelli ancora superiori.


Essenzialmente, il sistema Skyhook riduce in modo drastico i trasferimenti di carico longitudinali e laterali e minimizza il rollio della carrozzeria per privilegiare il lato più sportivo del carattere della vettura. Il computer adibito al controllo degli ammortizzatori Skyhook monitora un gran numero di parametri, che includono velocità, accelerazione laterale e longitudinale, movimenti delle singole ruote, movimenti della carrozzeria e dinamica degli ammortizzatori. Adattandosi alla modalità delle sospensioni scelta dal guidatore, il sistema offre l'ammortizzazione perfetta per ciascuna ruota in modo quasi istantaneo. Le sospensioni Skyhook sono di serie su tutti gli allestimenti GranSport.


Impianto audio

Sulla versione base della Ghibli Hybrid è di serie l'impianto audio Harman Kardon da 280 W con otto altoparlanti.


Come optional sono disponibili  l'impianto audio Premium Harman Kardon e Premium Surround Sound Bowers & Wilkins:


Impianto Premium Harman Kardon con 10 altoparlanti e amplificatore da 900 W. I watt in più rispetto all'impianto standard, la griglia nera sui woofer nelle porte con logo Harman Kardon, il nuovo amplificatore a 12 canali e il subwoofer ad alte prestazioni garantiscono il miglior connubio possibile tra potenza acustica e nitidezza del suono.


Impianto audio Premium Surround Sound Bowers & Wilkins: ai più esigenti in tema di alta fedeltà, Maserati offre il superlativo impianto audio surround Bowers & Wilkins, dotato di 15 altoparlanti, un amplificatore da 1.280 W e una perfetta configurazione del QuantumLogic™ Surround Sound.


L'impianto audio surround Bowers & Wilkins presenta un cono centrale in Kevlar da 100 mm per i suoni midrange e tre tweeter da 25 mm al centro e ai lati della plancia.


Le porte anteriori alloggiano un woofer da 165 mm e un altoparlante midrange con cono in Kevlar da 100 mm, mentre ogni porta posteriore ospita un woofer in Kevlar da 165 mm e un tweeter da 25 mm. Nella cappelliera sono inseriti due altoparlanti midrange in Kevlar da 100 mm e un subwoofer da 315x200 mm.


L'impianto include di serie la funzione Clari-Fi che analizza e ripristina la qualità dei formati di musica digitale supportati, corregge la forma delle onde sonore e restituisce un audio in alta fedeltà eliminando le distorsioni indesiderate.


Climatizzatore con sensore della qualità dell'aria AQS

La Ghibli è dotata di un sensore della qualità dell'aria, che migliora notevolmente il comfort di bordo per il guidatore e i passeggeri.


Questo sistema associa un sensore intelligente a un sistema di analisi del segnale che calcola i livelli di inquinamento esterno e impedisce l'ingresso di aria inquinata e gas tossici nell'abitacolo.


La regolazione del flusso di aria, con erogazione separata per guidatore e passeggero, è stata modificata in modo da renderla più facilmente personalizzabile. È stato inoltre introdotto un pulsante digitale "di sincronizzazione" per le regolazioni sul lato destro e sul lato sinistro e un display numerico per la selezione del livello di potenza della ventola.


Sistema Keyless Entry

La chiave in alluminio riflette lo stile della Ghibli ed è dotata di tecnologia Keyless Go, che consente di aprire la vettura con il telecomando in tasca, azionando la maniglia della porta o premendo il pulsante di apertura del bagagliaio. Una volta entrati in abitacolo, per avviare il motore è sufficiente premere il pulsante di avviamento.


Chiusura assistita delle porte

Grazie a un attuatore elettrico e a un sensore che rileva se la porta è aperta, questo sistema consente una chiusura assistita e silenziosa di ciascuna delle quattro porte se sono rimaste leggermente aperte, aumentando la tranquillità e il comfort degli occupanti, in particolare se ci sono bambini sui sedili posteriori. Il sistema si attiva anche in caso di chiusura manuale delle porte, per garantire che siano chiuse correttamente.


Vano porta-oggetti con bloccaggio elettrico

Nel menu del display touch screen è presente la modalità Valet* che blocca elettricamente il vano porta-oggetti davanti al passeggero. In questa modalità, il vano è accessibile solo inserendo un PIN di quattro cifre.


* Solo per vetture con guida a sinistra


Apertura/chiusura elettrica del baule "senza mani"

Grazie agli attuatori elettrici e a un dispositivo di blocco motorizzato, il sistema permette di aprire o chiudere automaticamente il leggerissimo baule, agendo sul telecomando, premendo un pulsante sul pannello porta o semplicemente muovendo il piede sotto il paraurti posteriore.


La funzione, utile soprattutto per aprire o chiudere il baule quando si hanno le mani impegnate, si attiva solo quando il sistema rileva la presenza del telecomando, a garanzia della massima sicurezza.


La scocca attorno a una cella in acciaio

La scocca della Ghibli è stata accuratamente progettata per soddisfare elevati livelli di prestazioni dinamiche e comfort sulle lunghe percorrenze, richiesti da chi acquista una Maserati.


Realizzata attorno a una cella in acciaio rigida ed estremamente sicura, questa scocca utilizza una serie di diverse leghe di alluminio e di acciaio per massimizzare la resistenza, minimizzare il peso e conservare la perfetta ripartizione dei pesi della berlina sportiva.


La parte anteriore della scocca è ottenuta da una fusione d'alluminio con una traversa rinforzata per assicurare una rigidità straordinaria in tutte le direzioni, mentre la parte posteriore è realizzata in acciaio laminato. Di conseguenza, le quattro porte e il cofano motore sono tutti di alluminio. Il magnesio ultraleggero è impiegato nella traversa della plancia.


Impianto frenante dual-cast Brembo

La tecnologia dual-cast del disco co-fuso, che Maserati è stata la prima a utilizzare sulle sue vetture, combina le proprietà della ghisa con la leggerezza dell'alluminio contribuendo così a ridurre le masse non sospese e ad aumentare la già straordinaria maneggevolezza della vettura. Questi freni, con un'ampia area d'attrito e un'elevata efficienza di raffreddamento, sono progettati per garantire prestazioni costanti in situazioni di guida sportiva.


Ghibli Hybrid ha freni dual-cast ventilati e forati da 360x32 mm, con pinze fisse Brembo in lega a sei pistoncini sull'asse anteriore; sull'asse posteriore sono alloggiate pinze fisse Brembo in lega a quattro pistoncini con dischi da 345x28 mm.


A una velocità di 100 km/h, Ghibli Hybrid può fermarsi in soli 35,5 metri Ma i freni ad alte prestazioni non garantiscono solo una grande potenza di arresto. La collaborazione con Brembo si è concentrata anche sull'ottimizzazione del comfort acustico del sistema frenante della Ghibli. Oltre a essere potenti, le pinze freno Maserati sono sempre state anche un significativo elemento di stile. Le pinze freno della Ghibli Hybrid sono blu.


Sterzo elettro assistito (EPS)

L'introduzione dell'EPS (Electric Power Steering) ha migliorato l'handling e il comfort della vettura, assecondando meglio le modalità di guida selezionabili e abilitando i nuovi sistemi avanzati di assistenza alla guida disponibili come optional.


Dotato di un attuatore a controllo elettronico montato sullo sterzo a cremagliera, l'EPS è semplice e leggero, richiede poca manutenzione si presta meglio a essere regolato con precisione e non incide sulla potenza del motore. Pur mantenendo l'handling eccezionale tipico di ogni Maserati, offre un miglior comfort nelle manovre di parcheggio e a bassa velocità, oltre ad attutire meglio le asperità del fondo stradale.


Esperienza di guida

Controllo integrato del veicolo (IVC) e sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS)


La funzione IVC è integrata nel Maserati Stability Program per migliorare la sicurezza attiva e la dinamica di guida, mentre i sistemi ADAS attivi opzionali consentono di offrire una tecnologia di guida autonoma di secondo livello.


Il sistema IVC (Integrated Vehicle Control) sviluppato in collaborazione con Bosch, previene - anziché limitarsi a correggere - quegli errori che portano alla perdita di controllo della vettura,  migliorando la sicurezza attiva e la dinamica di guida. Di conseguenza garantisce anche performances ed emozioni uniche al volante.


L'IVC utilizza un efficace sistema di controllo del tipo "feed-forward" che prevede le situazioni di guida e adegua preventivamente l'impianto frenante e il motore. Il sistema interviene in modo più regolare e silenzioso rispetto all'Electronic Stability Program (ESP) tradizionale, assicura un miglior bilanciamento della vettura e una miglior trazione in condizioni dinamiche estreme e utilizza il torque vectoring intelligente per ottimizzare in modo del tutto naturale la dinamica laterale anche quando l'MSP è disattivato. Nelle manovre dei test dinamici (es. slalom e cambio di corsia), l'IVC ha evidenziato una velocità di passaggio più elevata e migliori tempi sul giro in circuito.


Maserati Stability Program (MSP)

Sviluppato nel corso dei test più estremi, l'MSP si avvale di numerosi sensori per un rilevamento e un intervento tempestivi. In caso di slittamento, il sistema riduce la coppia del motore e può azionare i freni con interventi estremamente precisi per ripristinare la stabilità entro pochi millisecondi. Oltre all'IVC, nell'MSP sono integrati vari altri sottosistemi, come il sistema antibloccaggio dei freni ABS (Antilock Braking System) con il ripartitore di frenata a controllo elettronico EBD (Electronic Brakeforce Distribution), il controllo di trazione ASR (Anti-Slip Regulation), il controllo della coppia motore MSR (Motor Spin Regulator) che impedisce alle ruote motrici di bloccarsi durante le scalate in condizioni di scarsa aderenza, il sistema per la frenata d'emergenza BAS (Brake Assist System).


Sistemi ADAS

Gli ADAS (Advanced Driver Assistance Systems) di secondo livello, come Highway Assist, Active Blind Spot Assist e Lane Keeping Assist, rappresentano un importante passo avanti in direzione della guida semi-autonoma. Il pacchetto di ADAS disponibili come optional include anche l'efficiente sistema Traffic Sign Recognition.


Se da un lato Maserati considera gli ADAS uno strumento prezioso per una guida più sicura, dall'altro resta però fedele alla sua filosofia di costruttore di vetture gran turismo di razza con una dinamicità eccezionale per un'esperienza di guida senza pari. L'introduzione del nuovo pacchetto di ADAS attivi rende le Ghibli ancora più sicure in diverse condizioni di traffico, ma è sempre il guidatore a dover avere il controllo totale della vettura.


Active Driving Assist: è un'evoluzione dell'Highway Assist introdotto con I MY18. Ha una funzionalità "hands-on" (il guidatore deve mantenere sempre il controllo della vettura), utilizzabile su qualsiasi tipo di strada pur che in buone condizioni.  Se nelle versioni precedenti era utilizzabile sono in autostrada,  oggi è a disposizione su qualsiasi strada in buone condizioni a velocità fino a 145 km/h con sistema Adaptive Cruise Control attivato; riduce la fatica del guidatore e di conseguenza migliora la sicurezza attiva mantenendo la vettura nella corsia di marcia e adeguandone la velocità preselezionata in totale autonomia.


Il sistema utilizza un radar e una telecamera puntata anteriormente e contribuisce a mantenere la traiettoria della vettura, coadiuvato dall'EPS. La telecamera multifunzione rileva la segnaletica stradale orizzontale e calcola la distanza e la velocità del veicolo che precede. Il sistema Highway Assist include una radio che fornisce informazioni stradali e un sistema "hands-on" di rilevamento delle mani sul volante. In qualsiasi momento il guidatore può intervenire per escludere il sistema.


Lane Keeping Assist (LKA): mantiene la vettura al centro della corsia di marcia, intervenendo direttamente sull'EPS e visualizzando la situazione sul display del quadro strumenti. Quando sul display touch screen è selezionata la casella delle segnalazioni visive e aptiche, il sistema LKA interviene con una manovra di sterzo correttiva.


L'LKA utilizza una telecamera puntata anteriormente, che rileva la delimitazione della corsia di marcia e determina la posizione della vettura, e un radar che elabora i dati. Il sistema funziona a velocità tra 60 km/h e 180 km/h ed è disattivato quando sono attivi gli indicatori di direzione.


Active Blind Spot Assist (ABSA): è un sistema finalizzato a impedire le collisioni durante i cambi di corsia grazie a due sensori radar che monitorano i punti ciechi. Oltre a emettere una segnalazione visiva e acustica, l'ABSA è in grado di comunicare con l'EPS per intervenire sulla coppia di sterzo e prevenire possibili collisioni.


Traffic Sign Recognition (TSR)*: impedisce essenzialmente che l'auto viaggi a velocità troppo sostenute, inviando informazioni in tempo reale sul quadro strumenti relative ai limiti di velocità per il tratto di strada che si sta percorrendo. Il sistema TSR identifica i limiti di velocità in condizioni particolari (pioggia, nebbia, ore della giornata) e utilizza i dati della mappa del navigatore per informare il guidatore in caso di mancanza, non visibilità o non riconoscibilità di alcuni segnali da parte della telecamera.


Adaptive Cruise Control (ACC) con funzione Stop&Go: quando è attivo (da 30 a 210 km/h), l'ACC controlla in modo continuo lo spazio tra la Ghibli e il veicolo che la precede, mantenendo una distanza prefissata. In caso di rallentamento del traffico, o se un altro veicolo si frappone davanti, il sistema riduce la velocità agendo sui freni. Grazie alla funzione Stop&Go, la vettura adegua la propria velocità a quella del veicolo che la precede fino all'arresto completo, per poi ripartire automaticamente se lo stop è inferiore ai due secondi.


Forward Collision Warning Plus (FCW Plus): il sistema FCW Plus monitora i veicoli che precedono attraverso una telecamera e, con una segnalazione visiva e acustica, avverte il guidatore quando sussiste il rischio di tamponamento.


Advanced Brake Assist (ABA): se il guidatore frena ma non abbastanza da evitare l'impatto, il sofisticato sistema ABA provvederà ad applicare una pressione maggiore sull'impianto frenante.


Autonomous Emergency Braking (AEB): l'AEB è un sistema attivo progettato per evitare una collisione imminente o attutirne l'impatto. Il pericolo di collisione è rilevato dal radar dell'ACC e da una telecamera montata anteriormente. Un allarme acustico e visivo avverte il guidatore della necessità di iniziare a frenare. Se il guidatore non interviene, il sistema frena automaticamente in modo da rallentare la vettura e ridurre al minimo l'impatto.


Telecamera posteriore con griglie dinamiche

La telecamera, che è posizionata sopra la targa, si accende automaticamente in retromarcia, mostrando la zona posteriore alla vettura sul display ad alta risoluzione di nuovo formato. Questa telecamera utilizza i sensori posteriori di parcheggio per avvertire il guidatore della presenza di oggetti e ostacoli attraverso una segnalazione sia acustica che visiva. Le griglie dinamiche mostrano la larghezza massima della vettura e ne proiettano la traiettoria in base all'angolo di sterzo.


Telecamera Surround View

Il sistema della telecamera Surround View, opzionale o di serie a seconda dei mercati, si compone in totale di quattro telecamere (due laterali montate sotto i retrovisori esterni, una puntata anteriormente e una puntata posteriormente) e proietta sul display ad alta risoluzione una chiara visuale dall'alto a 360° della vettura. Il sistema può essere attivato automaticamente in retromarcia oppure è gestibile in manuale attraverso l'apposito pulsante sul display. È possibile scegliere tra cinque diversi angoli di visualizzazione. Vengono visualizzate anche le porte aperte e le linee guida per il parcheggio.


Rear Cross Path

La funzione Rear Cross Path è pensata per aiutare il guidatore durante l'uscita in retromarcia da un parcheggio, quando non è possibile vedere i veicoli che sopraggiungono. Utilizzando dei sensori montati su ciascun lato del paraurti posteriore, il sistema rileva la presenza di veicoli o oggetti diretti verso la vettura a velocità da un minimo di 1 km/h a un massimo di 16 km/h circa.


Sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici (TPMS)

Il TPMS è disponibile su tutte le versioni di Ghibli. Il sistema monitora la pressione degli pneumatici con un sensore montato come parte della valvola all'interno del cerchio. In caso di foratura o variazioni di pressione, il sistema avverte il guidatore mediante segnalazioni acustiche e visive.


Active Speed Limiter

Questa funzione, disponibile su tutte* le versioni di Ghibli, consente al guidatore di impostare il limite della velocità massima attraverso l'apposito tasto al volante. Il sistema può essere escluso dal guidatore premendo a fondo il pedale dell'acceleratore.


* Sistemi disponibili in mercati specifici


Sicurezza passiva

Per aumentare la sicurezza degli occupanti, Maserati Ghibli Hybrid  utilizza acciaio formato a caldo nelle aree critiche dell'abitacolo e alluminio nelle aree a minore criticità per risparmiare peso.


In particolare, la parte anteriore dell'abitacolo presenta componenti in acciaio stampato a caldo, con una traversa della plancia in magnesio per risparmiare peso, mentre la parte posteriore è resa più rigida mediante l'utilizzo di acciaio alto-resistenziale. Le barre anti-intrusione all'anteriore e al posteriore dell'auto sono realizzate in alluminio estruso, mentre porte e cofano motore sono in alluminio.


Gli ingegneri Maserati hanno aggiunto una terza linea di distribuzione del carico d'impatto alla struttura frontale dell'auto, che contribuisce a dissipare il carico e a distribuire le forze per assicurare la stabilità strutturale della scocca in caso d'impatto frontale.


La Ghibli è dotata di sette airbag e di poggiatesta anteriori anti-colpo di frusta. All'interno del volante e della plancia sono alloggiati airbag a doppio stadio per proteggere la testa di guidatore e passeggero in caso di impatti frontali, mentre un knee bag funge da protezione per le gambe del conducente, riducendo il carico sui femori in caso d'incidente.


Torace e bacino di guidatore e passeggero anteriore sono ulteriormente protetti dagli airbag laterali, alloggiati sotto il rivestimento in pelle del sedile. I lati della testa sono protetti da due airbag a tendina montati nel tetto dell'auto, in prossimità del montante centrale. Gli airbag a tendina proteggono la testa degli occupanti anteriori e posteriori dagli impatti laterali.

Terima kasih karena telah membaca berita tentang https://ift.tt/3muYfdR, jika berkenan silahkan baca berita lainnya di website kami.

Grand Prix De La Toscana: Hamilton Se Lleva Una Accidentada Carrera

Posted: 14 Sep 2020 11:18 PM PDT

Silahkan membaca berita terbaru tentang otomotif berjudul Grand Prix De La Toscana: Hamilton Se Lleva Una Accidentada Carrera di website Batlax Auto.
No fue lo mismo de la semana pasada en cuanto a sorpresas y frescuras, ya que resultó ganando el mismo de siempre, pero al menos la carrera en Mugello tuvo su cuota de emoción llena de choques y despistes, con varios protagonistas liquidados entre ellos, los tres del podio de la semana pasada en Monza.

La carrera vio dos banderas rojas, un Bottas saliendo por todas pero que poco le sirvío al final y un Albon consiguiendo sus primeros puntos y el primer podio que se lo arrancó de la boca a Ricciardo tras una fantastica movida a ocho vueltas del final, mientras que Verstappen quedaba eliminado en primeras de cambios, otros aprovecharon el caos para lograr sus primeros puntos como Raikkonen quién al menos se llevó dos ya que quedó penalizado con 5s y por delante de Vettel, mientras que Russell se quedó con las ganas de llevarse su primer puntito que se le sigue resistiendo. 

Fue la victoria No. 90 de Lewis Hamilton a una sola del record máximo del gran Schumacher, junto al mismo de siempre quedaron Bottas junto a Albon en el podio, en el marco de un público que llegó a las gradas aunque no fueron muchos, un total de 2,880 personas estuvieron viendo la carrera que por primera vez se celebraba en Mugello. Una carrera accidente por diferentes circunstancias, uno fue provocado por el "safety car", y el otro por Magnussen cuando la carrera se reanudaba, según cuenta Bernd Maylander, el piloto del safety car, anuncío que se reiniciaba la carrera apagando las luces muy tarde, por lo que Bottas tuvo que frenar inmediatamente y esto provoco un accidente atrás, y esto fue aprovechado después por Hamilton quien terminó tomando la delantera y eventualmente ganando la carrera pese a que Bottas se lanzó a perseguirle en las últimas de cambio, pero de nada sirve, sea por errores o por falta de apoyo con tal de favorecer a  Hamilton aunque Bottas dice que seguira intentando.

La primera colisión vino al inicio lo que motivo la primera bandera roja, al reiniciarse la carrera de nuevo otro choque en donde quedaron seis pilotos fuera, y casi al final, Stroll tenía un accidente que provocaba una nueva bandera roja, lo cual le dio la oportunidad a Bottas de alcanzar a Hamilton, pero no pudo lograrlo copar, mientras que Albon daba la campanada llevandose a Ricciardo y tomar la 3era., posición.

Ahora queda esperar una semana más en lo que se viene la carrera de Sochi en Rusia, a la espera que mejoren las cosas para Bottas, y eventualmente otros protagonistas como Ferrari quienes tuvieron un desempeño discreto en su carrera No. 1000.

Grand Prix De La Toscana Posiciones Finales:

1. Hamilton: 25
2. Bottas: 18
3. Albon: 15
4. Ricciardo: 12
5. Perez: 10
6. Norris: 8
7. Kvyat: 6
8. Leclerc: 4
9. Raikkonen: 2
10. Vettel: 1

Foto: Getty

Terima kasih karena telah membaca berita tentang https://ift.tt/3irGyJz, jika berkenan silahkan baca berita lainnya di website kami.

Driver Of The Day: Daniel Ricciardo

Posted: 14 Sep 2020 10:18 PM PDT

Silahkan membaca berita terbaru tentang otomotif berjudul Driver Of The Day: Daniel Ricciardo di website Batlax Auto.
Ricciardo estuvo a poco de llevarse ese ansiado primer podio con Renault pero no se le dio, al menos como premio de consuelo, Ricciardo terminó llevandose el título de "Driver Of The Day" que le da algo más de valor a ese 4to., lugar conseguido durante la accidentada carrera en la Toscana.

Las votaciones quedaron así: 

1. Ricciardo: 23.9%
2. Albon: 18.6%
3. Russell: 13.2%
4. Hamilton: 8.9%
5. Leclerc: 5.6%
Terima kasih karena telah membaca berita tentang https://ift.tt/3c0KPBk, jika berkenan silahkan baca berita lainnya di website kami.